Home » Annotazione postata da Lello Gurrado (Pagina 4)

La carica dei 102 e Immobile

La carica dei 102 e Immobile

Caro direttore, la musica è finita, gli amici se ne vanno, come cantava Sergio Endrigo. Più crudele di Crudelia De Mon, la Juventus di “agghiaggiande” Conte ha concluso il campionato con la carica dei 102. Mai nessuno ha fatto tanti punti, in Italia e in Europa, in un torneo a venti squadre e pensiamo che [...]

Alla frutta, non solo per le banane

Alla frutta, non solo per le banane

Caro direttore, è un po’ che lo dicevamo: il Milan, il vecchio glorioso Milan è ormai alla frutta. Troppe tensioni al vertice (chi comanda, l’eterno Galliani o l’inesperta Barbara?) una panchina traballante (è di Seedorf, di Inzaghi, di Spalletti?), un parco giocatori inaffidabile (ma perché hanno preso Honda?). Insomma tutto faceva pensare che la stagione [...]

Meglio Lugano-Chiasso, fidatevi

Meglio Lugano-Chiasso, fidatevi

Caro direttore, il campionato di calcio più brutto degli ultimi anni sta terminando senza sussulti. Lo scudetto è andato, come previsto, alla Juventus ma la gioia, diciamoci la verità, è relativa, perché erano ben altre le ambizioni di Andrea Agnelli, di “aggiaggiande” Conti e di tutto il mondo bianconero. Se ti ricordi, qualche mese fa [...]

Ci mancava solo il giudizio divino

Ci mancava solo il giudizio divino

Caro direttore, mi scuso per il ritardo di un giorno, ma non è colpa mia, bensì del benedetto “spezzatino” che caratterizza il campionato ai tempi di nostra signora TV. Uno “spezzatino” che è servito a tenere sveglia l’attenzione su un tema, quello dello scudetto, che in realtà era già in sonno da tempo. Sì, approfittando [...]

È fatta, il calcio processa in diretta

È fatta, il calcio processa in diretta

Caro direttore, è stata una strana giornata di campionato. La Juventus è caduta dopo ventidue partite utili, il Milan ha festeggiato come meglio non avrebbe potuto le trecento presenze di Kakà, il Napoli ha fatto delirare De Laurentiis (“Se avessi i soldi della Juventus vincerei dieci scudetti a fila”), ma la curiosità più eccitante viene [...]

Il calcio italiano? Imbarazzante

Il calcio italiano? Imbarazzante

Caro direttore, diciamoci la verità: è imbarazzante. Dove lo trovo il coraggio di parlare del campionato italiano commentando la vittoria per 1-0 della “Juventus dei record” sull’ultima in classifica (oltre tutto in dieci)  mentre Barcellona e Real Madrid fanno 4 a 3 giocando novanta minuti da sogno? E che cosa dico del Napoli che perde [...]

Milan, 40 punti (da aggiornare)

Milan, 40 punti (da aggiornare)

Caro direttore, c’è un dato particolarmente significativo nella classifica del campionato dopo la giornata di ieri: Juventus 75 punti, Milan 35, ovvero ben quaranta punti di differenza. Quaranta punti, ovvero  una voragine, un abisso, un orrido. Ecco, forse “orrido” è il termine più appropriato perché tale si sta rivelando il campionato del Milan. Ma vediamo [...]

Prandelli costretto a ripescare

Prandelli costretto a ripescare

Caro direttore, non l’avesse già fatto Oriana Fallaci vorrei scrivere una “lettera a un campionato mai nato” dicendo quanto è noioso e spesso inguardabile. Invece, archiviato definitivamente il discorso sullo scudetto, cosa più volte ribadita dopo la pausa natalizia, vorrei parlarti un po’ della Nazionale. Fra meno di cento giorni si va in Brasile per [...]

De Rossi, è vietato cambiare sport

De Rossi, è vietato cambiare sport

Caro direttore, non ha detto molto l’ultima di campionato, o meglio non ha detto niente che già non si sapesse, ovvero che la storia è finita da un pezzo con la Juventus sempre più schiacciasassi. Però una cosa è emersa e di questa voglio parlarti perché mi sembra significativa e, speriamo, incoraggiante. Cesare Prandelli a [...]

Tante alchimie, poi l’acuto di Tevez

Tante alchimie, poi l’acuto di Tevez

Caro direttore, si parla tanto di tattiche, di allenatori, di schemi che sembrano tabelline di aritmetica – 5-3-1-1; 4-4-2; 3-4-2-1; 3-5-1-1… – ma alla fine, inevitabilmente e puntualmente, il calcio non fa che confermare l’assioma più semplice: per vincere, più che le tattiche, ci vogliono i campioni. Sono loro a fare la differenza. Faccio questa [...]