Home » Annotazione postata da Lello Gurrado (Pagina 3)

Ferrero, calcio caciotte e pecorino

Ferrero, calcio caciotte e pecorino

Caro direttore, l’hai visto da vicino? Sguardo spiritato, occhi a palla sempre fuori dalla orbite, in lite da anni col parrucchiere, barba incolta e soprattutto bocca sempre spalancata a spararle grosse, come neanche il miglior Razzi. È Massimo Ferrero, l’uomo del momento del campionato italiano, il pepe senza il quale, visto il livello e il [...]

L’unica risposta? Dagli arbitri

L’unica risposta? Dagli arbitri

Caro direttore, la domanda che ci facciamo da sabato notte è molto semplice: il mezzo passo falso della Juventus contro il Sassuolo è stato un banale incidente di percorso oppure il segnale che il campionato è più aperto di quanto credano Marotta, Andrea Agnelli, sua moglie Emma Winter e Bonucci? E, visto che una domanda [...]

Lo Stradivari di Garcia

Lo Stradivari di Garcia

Il Giorno del Giudizio, ovvero la domenica di Juventus-Roma, ci ha lasciato un grosso interrogativo. Che non è domandarsi se ha vinto il migliore, né se l’arbitro ha favorito la Juventus e neppure se Totti ha ragione quando dice che a Torino è praticamente impossibile vincere. La domanda che ci ha lasciato il Giorno del [...]

In attesa del Giorno del Giudizio

In attesa del Giorno del Giudizio

Caro direttore, scusami se nel testo troverai qualche refuso, ma ti sto scrivendo in ginocchio su una spianata di ceci e ho un po’ di cenere sul capo che ogni tanto mi cade sugli occhi. Sono messo così per un doveroso atto di contrizione dopo quello che ho scritto la settimana scorsa riguardo a Zeman. [...]

Zeman, non c’e’ speranza

Zeman, non c’e’ speranza

Caro direttore, cambiano gli allenatori, cambiano le regole, cambiano i moduli tattici, cambiano i presidenti, cambiano i CT della nazionale, ma nel pazzo mondo del calcio italiano c’è sempre una certezza assoluta, qualcosa di immutabile: Zdenek Zeman. Lui non cambia mai. Da quando è  qui da noi, un’eternità, il sessantasettenne allenatore di Praga, continua a [...]

Inzaghi non dà retta al nonno

Inzaghi non dà retta al nonno

È partita la caccia alla nonna. “Tu ne hai una? No? Allora non giochi… Tu sì? In campo, daje!”. La foto che ha intenerito il mondo macho del calcio è quella del romanista Alessandro Florenzi che, dopo aver segnato un gol al Cagliari, invece di correre ad abbracciare i compagni di squadra è scattato verso [...]

Colpi di testa, in ogni senso

Colpi di testa, in ogni senso

Caro direttore, i puristi, gli esteti del calcio, dicano quello che vogliono, sostengano pure, come faceva a volte anche il grande Brera, che il risultato perfetto di una partita di calcio è lo zero a zero, perché sintetizza (sintetizzerebbe) novanta minuti senza errori, ma io questa domenica mi sono proprio divertito. Nel pomeriggio ho visto [...]

Usato sicuro a parte Super Pippo

Usato sicuro a parte Super Pippo

Caro direttore, non c’è più Balotelli, non c’è più “agghiaggiante” Conte, è svanito nel nulla Seedorf, è andato in pensione  anche matusalemme Zanetti,  eppure la sensazione è che il campionato appena incominciato sia uguale identico a quello passato. Sì, lo so, è presto per dirlo, bisognerebbe essere un po’ più cauti, ma la sensazione è [...]

Se permettete, sto con Balotelli

Se permettete, sto con Balotelli

Caro direttore, se me lo consenti, come si diceva qualche tempo fa, vorrei rompere il mio silenzio incominciato al termine del campionato di calcio per fare una dichiarazione solenne: io sto con Balotelli. Lo so, credo che ai tuoi lettori interesserà molto poco sapere con chi sto io, ma lasciamelo dire. Io sto con Balotelli [...]

Quando Mussolini giocava centravanti

Quando Mussolini giocava centravanti

10 giugno 1934, ottanta anni fa. Quasi un secolo. Roma, stadio Nazionale o, per le precisione, Stadio del Partito Nazionale Fascista. Sugli spalti cinquantamila spettatori. In tribuna d’onore Benito Mussolini. Al suo fianco Jules Rimet, il dirigente francese che ha inventato la Coppa del Mondo. Questa è la seconda edizione dei Mondiali di calcio. La [...]