Home » Annotazione postata da Alessandro Avalli (Pagina 10)

Non ha mai senso morire di sport

Non ha mai senso morire di sport

Teresa, 46 anni, spagnola, è deceduta il 29 settembre correndo la “Cavalls del vent“, un ultratrail di 84 km con circa 6000 m di dislivello positivo. Era un’atleta di esperienza, conosceva bene la gara, l’aveva già frequentata in passato, soprattutto aveva portato a termine prove ben più impegnative, l’UTMB e quest’anno Le Grand Raid des [...]

Il ciclismo sul Muro ritrova cuore ed epos

Il ciclismo sul Muro ritrova cuore ed epos

Dopo tanto tempo e dopo tanto girarci intorno, dopo averlo evitato e ignorato sin quasi a dimenticarlo, il ciclismo ritrova il suo cuore antico e la sua epica: il Muro di Sormano. Se la Madonna del Ghisallo – e annessa salita, dalla parte di Bellagio – è il santuario dei ciclisti rispettosi, credenti, il Muro [...]

La Volpe aveva molto appetito

La Volpe aveva molto appetito

In principio fu il duello: due uomini, uno contro l’altro per una sfida al primo o all’ultimo sangue, secondo l’offesa. Poi arrivò Sergio Leone e inventò il “triello”, mitico regolamento di conti tra “il buono, il brutto e il cattivo” per 100.000 dollari nascosti dentro a una tomba. Il ciclismo ha proposto l’uno contro tutti: [...]

Nulla da fare contro il tempo

Nulla da fare contro il tempo

Se lo sport è spesso fatica, se il ciclismo è quasi sempre sforzo strenuo, al limite della sofferenza, allora è vero che la cronometro è una corsa al massacro. Più che un azzardo un calvario, contro elementi che gli umani non possono governare: nulla puoi contro il tempo,  contro  la natura e pure contro la [...]

Medaglia color cattiveria

Medaglia color cattiveria

L’olandese Marianne Vos ha mostrato il suo nuovo volto strapazzando le avversarie nella prova olimpica su strada. Senza riguardo per alcuna. Questa volta tutti l’hanno vista vincere in maniera inconsueta, come se improvvisamente, a 26 anni, avesse preso una fulminea decisione. Grazie al sacro fuoco olimpico, abbiamo tutti annotato una Marianne Vos inedita. Per alcuni [...]

Donne sole al comando

Donne sole al comando

Dopo 105 km di fuga in solitaria Cromwell, del team Orica AIS, ha vinto la quinta tappa dell’ ultima edizione del Giro d’Italia. Ma la sua impresa non è stata accompagnata da ali di folla, né decantata da televisioni e giornali e nemmeno affogata in abbracci e congratulazioni. Perché Cromwell è Tiffany, una graziosa signorina [...]

Le donne della bici accanto

Le donne della bici accanto

A guardarla così, gli occhi azzurri gonfi di emozione che accendono la faccia sporca, sudata, stropicciata, sembra una bambina che torna da una gita scolastica, soddisfatta di tutto quanto le è capitato: “… e abbiamo fatto questo gioco, e siamo andati in questi posti…”, potrebbe dire alla mamma che l’accoglie a braccia aperte. Ma lei [...]

Le stelle filanti di Euro 2012…

Le stelle filanti di Euro 2012…

  “Good luck!” mi aveva scritto Yulia e abbiamo visto come è andata. Allora le ho risposto “to you too” (anche a te), ma la mia risposta, ovvio, aveva qualcosa di più serio, per un altro genere di auguri. Yulia Tymoshenko non ha comunque perso il buon umore e via twitter – chiunque le può [...]

Due montagne rocciose in Ucraina

Due montagne rocciose in Ucraina

In Ucraina sono presenti due montagne che non si rintracciano sulla cartina geografica ma che sono comunque ben impresse nella memoria e nel cuore dei suoi abitanti. Hanno lo stesso nome, che non si può abbreviare e non si può fraintendere: Klitschko. Vitali e Wladimir Klitschko, classe 1971 e 1976, sono alti più o meno [...]

100 km tutti da raccontare

100 km tutti da raccontare

Paolo s’infila le scarpe, i calzoncini e maglietta da runner; è pronto per uscire a correre ma Tommaso, il secondo dei suoi tre figli, lo impallina sulla porta di casa con la semplicità dei bambini: “Papà, vai ancora al lavoro?” Può succedere che Paolo sia già andato a correre la mattina presto e ora, di [...]