In una sola parola, SettimanaTagliente

Spazio settimanale dedicato a chi si è distinto nello sport, nel bene e nel male, avendo a cuore i suoi presupposti e i suoi valori

Si stanno disputando gli Australian Open, prima prova dello slam di Tennis. L’avventura degli atleti azzuri è in iniziata in modo deludente. Dopo il primo giorno erano gia sei i tennisti eliminati ai quali si sono aggiunti nei giorni successivi altri quattro. Tra gli uomini Fognini, Bolelli, Cipolla e Lorenzi, Volandri; per le donne, Giorgi, Knapp, Vinci, Errani, Schiavone. Qualche barlume di speranza è ancora acceso grazie al doppio femminile interpretato dal duo Errani-Vinci sbarcate ai quarti dove incontreranno le temutissime sorelle Williams. Mentre Andreas Seppi dopo 21 anni porta un italiano tra i migliori 16, ma nelle notte si è fermato, incamerando un solo set, la notizia positiva è che dopo questo risultato entrerà nella top 20 del ranking  classifica ATP. In una sola parola:”LaSperanzaE’UltimaAMorireMaToccaImpegnarsiDiPiù”

Ayouba-Ali Sihame

In settimana è venuta alla luce una storia molto triste: Ayouba-AliSihame è una nuotatrice delle Isole Comore di soli 18 anni, ha partecipato alle Olimpiadi di Londra, dopo le quali non è piu tornata a casa. È scappata dal suo destino, un matrimonio combinato con un uomo di 60 anni. Sulla sua testa pende una condanna a morte per aver provocato “vergogna” alla famiglia. In questo momento è in stato di fermo nella capitale inglese, ma è in bilico tra il decreto di espulsione e l’asilo politico. Se non volete condannare a morte questa ragazza. In una sola parola”Salvatela”

«Moto ingestibile? Io avuto un buon feeling fin dall’inizio». Le dichiarazioni di Andrea Dovizioso vanno a posizionarsi in un limbo, non sarà stato fair, ma allo stesso tempo ci vuole coraggio e sicurezza di sé, per lanciare stoccate ad un campione come Vale. Non sarà la saggezza la sua qualità, del resto si dice che gli uomini saggi parlano poco per non dover dimostrare le proprie parole. Rossi è un grande, forse il più grande, ma vorrei premiare l’insolenza del Dovi nel buttarlo giù dal piedistallo, per la sua parentesi in Ducati. Dove oggettivamente non ha brillato per niente. In una sola parola:”FegatoDaVendere”

L’Uefa ogni anno stila una squadra con i migliori calciatori dell’anno. Nella formazione del 2012 l’unico italiano è Andrea Pirlo. Vi riporto il commento del campione italiano, magari può essere utile per qualche giovane promessa che ci segue: «Come si fa ad essere il fulcro del gioco? Devi saper fare un po’ di tutto. Devi sapere come difendere, come dirigere il gioco, conquistare i palloni e segnare gol. Personalmente, provo a dare il meglio di me in ogni allenamento prima delle partite. Più diventi vecchio, più diventa importante allenarsi bene curando ogni dettaglio. Per restare in forma il più a lungo possibile». In una sola parola:”Professionista”

Continua la fuga di cervelli tecnici dall’Italia. In settimana abbiamo appreso la notizia che Massimo Barbolini è il nuovo ct della Turchia. Oltre ad allenare il Galatasaray Istanbul. Lo ringraziamo per gli europei e le coppe del mondo che sono arrivate con la nazionale femminile e gli faccio un in bocca al lupo per la sua nuova esperienza; è dura vedere questi professionisti andar via. In una sola parola:”CiSiamoTantiAmati”

Getrude Augusta Moran

Impavida sfidò il mondo tennistico indossando un gonnellino decisamente corto! Rispettò il dress code che prevedeva il torneo di Wimbledon frequentato rigorosamente in bianco, ma non rinunciò alle sue misure. Getrude Augusta Moran, “Gussie”, è morta a 89 anni, volevo omaggiarla con questo piccolo spazio. In una sola parola:”RipGussie”

 

Lega, Beretta confermato presidente ”Ero l’unica soluzione possibile”. In una sola parola:”SemprePeggio”

L’NBA si coccola due dei tre atleti italiani in forza nel campionato americano. Gallinari secondo le statistiche, di cui vanno ghiotti in America, è nella top 10 della ali per ottimo rendimento qualità-stipendio. Mentre Belinelli ha trovato il suo posto nei Chicago Bulls, in settimana un suo canestro sulla sirena ha permesso alla sua squadra di portarsi a casa la vittoria, ma non si è ripetuto nella gara successiva. Ma se Chris Paul dichiara  «E’ uno dei migliori tiratori che puoi vedere in assoluto» qualcosa deve pur valere il ragazzo bolognese. In una sola parola:”NBAItalian”

Da diversi mesi a questa parte l’attenzione mediatica calcistica si è spostata in Australia, grazie a Del Piero. I riflettori si sono intensificati in settimana dove Alex ha segnato quattro gol, record di segnature per lui in una partita ufficiale.                                         In una sola parola: “CoseDell’Altromondo.

In Svizzera l’azzurro Christof Innerhofer ha vinto in 2’ 29” 82 la discesa di Wengen sui 4.415 metri della pista Lauberhorn, la più lunga del circuito di cdm. E’ il suo quinto successo in carriera, il secondo stagionale dopo la discesa di Beaver Creek. In una sola parola:”L’uomoDelleNevi”

Arianna Fontana

Arrivano soddisfazioni anche dal ghiaccio: armata con i suoi pattini affilati di 46 cm, la nostra Arianna Fontana ha conquistato il quinto titolo europeo di short track. E’ il terzo consecutivo per la straordinaria atleta valtellinese. Durante la manifestazione, tenutasi a Malmö, ha messo in fila due ori e due argenti che le hanno permesso di totalizzare ben 110 punti e arrivare prima in classifica generale, staccando di ben 40 punti l’atleta alle sue spalle. In una sola parola:”ReginaDeiGhiacci”

Ricordate il gesto di Boateng durante l’amichevole con la ProPatria? Il giocatore dopo ripetuti cori razzisti ha lasciato il campo seguito dalla sua squadra. Episodio che ha provocato scalpore, arrivando ad un invito da parte dell’ONU per il rossonero, passando per le dichiarazioni di Blatter, che mi esimo dal commentare. Durante la partita Casale-Pro Patria, valida per il torneo giovanile Berretti, Il calciatore Fabiano Ribeiro ha ricevuto un insulto razzista e ha reagito con un pugno a chi l’ha pronunciato, finendo espulso. Lo staff tecnico nerostellato ha deciso di non proseguire la partita. Mentre la Lega Pro ha deciso di trasferire alla Procura federale gli atti relativi, vorrei che si riflettesse molto su tutto questo. Io penso che si è liberi di giudicare un attaccante per aver sbagliato un gol già fatto, un arbitro di non fischiare, un allenatore per una scelta tecnica, ma non si può giudicare uno sportivo, ma ancor prima un uomo, semplicemente per il colore diverso della pelle.

In una sola parola:”GliAnniPassanoMaLaSpecieNonSiEvolve.

Leggi anche:

Piacenza, città che rincuora
Non ne posso più dello sport!
Questione di Mucche Pazze
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: