Otto mesi per i Giochi (proibiti)

Michel Platini, senza saperlo e volerlo, con le sue scelte ha favorito Istanbul che ora può giocare le sue carte per ottenere l’Olimpiade 2020. La crisi economico-finanziaria, al contrario, continua a penalizzare Madrid, considerata extremo outsider nella corsa ai Giochi. Il vento soffia impetuoso in direzione di Tokyo, decisamente favorita anche se non costituirebbe una novità, dopo l’edizione 1964. Ma queste valutazioni di opportunità non valgono più da un pezzo: Londra è andata al tris (1908, 1948, 2012) e Los Angeles ha raddoppiato: dopo il 1932 è venuto il 1996, l’ultima volta grazie alla Coca Cola che con lo spirito olimpico c’entra davvero poco.

Istanbul. Madrid e Tokyo sono le tre città candidate a ospitare l’Olimpiade 2020 dopo l’esclusione di Doha e Baku del maggio 2012.

Stando agli allibratori non ci sarà storia: i bookmakers londinesi offrono Tokyo a 1.61. Segue a 2.84 la città turca. Quota d’affezione quella di Madrid, offerta a 9.60.

Per chi non avesse familiarità con le scommesse, giocando 10 euro se ne vincono rispettivamente 0,61, 1.84 e 8,60.

Ieri le tre candidate hanno depositato presso il Cio gli ultimi dossier che precedono la visita della Commissione di valutazione (prevista a marzo) cui seguirà il rapporto (a giugno), che orienterà i membri del Cio, chiamati a un’audizione con i comitati delle tre candidature il 7 luglio a Losanna. Il voto per la scelta della città sede dei Giochi del 2020 è previsto il 7 settembre a Buenos Aires.

Per la cronaca Madrid è al terzo tentativo consecutivo di avere l’Olimpiade, Istanbul ci prova da cinque edizioni, mentre Tokyo ha tentato solo la volta scorsa (è finita terza, mentre Madrid ha conteso sino all’ultimo lo scettro olimpico a Rio de Janeiro).

I Giochi sono già fatti? No davvero, perché non mancheranno (non sono mai mancati) i tentativi di orientare i membri del Cio – un Paese un voto – verso questo o quello. Per gli argomenti più convincenti non c’è il minimo dubbio: pecunia non olet. Il latino al Cio lo conoscono benissimo, potrebbe diventare, dopo Citius Altius Fortius, un nuovo argomento. Di conversazione.

di SportivamenteMag

Leggi anche:

Per boschi, pedalando di notte
100 anni e non poterli compiere
Davide Bargellini - Triathlon come in una bolla
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: