CARTOLINE DAL 2012 – Onore alla farfalla Elisa

La vita delle falene, o delle farfalle, è brevissima. Dalla trasformazione del bruco in insetto adulto, la farfalla vive al massimo per un mese. Le sue ali sono cosparse di una sostanza quasi magica che però, se toccata ed asportata, non consente più all’insetto di volare e dispiegare le coloratissime ali.

Elisa Santoni contraddice tutto il sapere accademico sulle farfalle. Vola, volteggia leggiadra in pedana da 21 anni, da quando ne aveva 4. Ha la leggerezza della farfalla, ma un’anima, una forza e una tenacia d’acciaio, più vicina a quegli animali “trafficoni” tipo le formiche.

Capitano della squadra di Ginnastica Ritmica dal 2004, Elisa ha vinto tutto quanto si potesse vincere: 3 volte campionessa mondiale, un argento e un bronzo olimpico , un oro europeo a Torino.

Sei giorni di allenamento su sette, una vita divisa tra Desio e Follonica, dove si allena la squadra di Manuela Maccarani, il sacrifico come parte integrante della vita. Sacrificio, punte e mezze punte, nastro, fune, palla, cerchio, nastro e clavette. Questo è il stato il suo mondo per tutti questi anni.

Oggi la farfalla Elisa ha deciso di spiccare il volo per la sua vita, quella vera, quella parcheggiata in un angolino e goduta a piccolissime dosi in questo lungo tragitto da professionista dello sport.

È uscita dalla pedana, 13 metri per lato e ha scelto il cielo aperto, ha deciso di mettere il sorriso, la grinta e la tenacia nella vita di tutti i giorni. Il suo mondo non sarà più racchiuso, imprigionato, nella meraviglia e la perfezione di quei due minuti e trenta.

Elisa lascia la ginnastica e la fascia di capitano della squadra italiana e noi con questa cartolina la ringraziamo per le immagini suggestive, per le emozioni davvero immense, per i sorrisi, per la dedizione, per la passione, la sua classe e tutto quello che di sé ci ha regalato in questi 8 meravigliosi anni.

Il nostro augurio è che la vita fuori dalla palestra abbia lo stesso profumo di alloro delle corone dei vincitori.

Leggi anche:

Chi è contro il razzismo non la passa liscia
Tanti saluti al calcio
Un esperimento? Speriamo di no
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: