Riflessioni sull’oro di Fabio

La vittoria di Fabio Scozzoli ai mondiali di nuoto nei 400 rana è un bel toccasana per la squadra azzurra che dalle Olimpiadi di Londra era uscita piuttosto malconcia.

Tuttavia questo successo dovrebbe aprire una serie di analisi sulla preparazione dell’équipe italiana, non soltanto per riandare all’infelice esperienza londinese, ma più in generale.

Un’analisi che per Londra era stata lucidamente anticipata da Silvio Romano: il nostro esperto di nuoto aveva individuato nelle scelte degli allenatori l’assenza di confronti preliminari e quindi problemi nella calendarizzazione degli impegni in funzione dell’Olimpiade.

Oggi sappiamo che i nostri nuotatori sono nuovamente all’altezza delle sfide planetarie. La domanda torna a farsi impellente: i nostri vincono perché le altre nazioni considerano marginale un mondiale in vasca corta?

Lo diciamo in funzione dell’assenza di Camerun Van der Burgh dal Mondiale di Istanbul. Per inciso, ricordiamo che il sudafricano aveva ammesso di aver “barato” a Londra avendo utilizzato più volte un tipo di movimento subacqueo che i regolamenti non ammettono. Tanto le giurie quando non vogliono vedere si … assentano. Un’ipotesi realistica è che Van de Burgh non sia andato a Istanbul per non incorrere nei rigori della legge (tardiva ma viva e inesorabile).

Tornando all’interrogativo che ci preme, il problema è il palcoscenico dove effettuare la grande recita: le Olimpiadi dovrebbero essere l’apice per ogni atleta, per ogni allenatore, un bronzo olimpico sarebbe comunque da preferire a un oro mondiale. Oppure, e qui il problema è davvero culturale, si può preferire una vittoria “sicura” agli Europei e ai Mondiali rinunciando all’appuntamento che più di ogni altro conta.

Rimane, in ogni caso, la soddisfazione per un successo storico di Fabio Scozzoli – è il primo oro mondiale in vasca corta nella storia del nuoto italiano – che si è prodotto in un ottimo 57”10. Complimenti.

Leggi anche:

Quei fenomeni del Supercross
La casa dei tifosi, ma non è loro
Rigoberto Uran gioca d’anticipo
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: