Pena troppo lieve, il Tas la raddoppia

Irini Kokkinariou a Pechino

La marcavano stretto già dall’anno scorso, dai Mondiali sudcoreani di Daegu, quando  erano emersi valori alterati nel suo passaporto biologico, ma Irini Kokkinariou, siepista greca già stoppata prima delle Olimpiadi di Londra dalla Iaaf, la Federazione mondiale dell’atletica, sperava di cavarsela con la pena minima inflittale dalla federazione greca, due anni di squalifica, quanto tocca a chi incorre per la prima volta nelle maglie dell’antidoping.

Irina non aveva fatto i conti con il rigore della Iaaf, che ha giudicato la sanzione base troppo lieve, visto il comportamento disinvolto dell’atleta  e ha chiesto al Tas di Losanna, il Tribunale di Arbitrato dello Sport, di raddoppiare la pena. Non due bensì quattro anni perché “le anomalie rilevate nel corso dei periodi presi in esame facevano presumere il suo coinvolgimento in un programma di pianificazione di assunzione di sostanze dopanti”.

Verso sera, ieri, da Losanna è arrivata la conferma. Il Tas ha dato ragione alla Iaaf, riconoscendo le circostanze aggravanti e la sentenza farà da oggi giurisprudenza, consentirà di applicare le sanzioni anche in vicende analoghe, qualora i valori ematici dovessero risultare fuori norma. Kokkinariou rimarrà quindi fuori per un quadriennio, potrà rientrare in tempo per Rio de Janeiro 2016,  sempre che si redima e rinunci agli additivi (di cui pare non possa fare a meno).

Va detto che la Iaaf è una delle (poche) federazioni internazionali che hanno aderito al sistema di controlli tramite passaporto biologico adottato dalla Wada, l’Agenzia mondiale antidoping.

Una piccola considerazione: in questa storia mancano le responsabilità di altri, perché né medici né allenatori o nessuno dell’entourage della Kokkinariou è finito sotto inchiesta. Alla fine di mezzo va sempre e soltanto l’atleta, mentre gli addebiti dovrebbero essere anche a carico di chi ne ha, direttamente o indirettamente, anche semplicemente fingendo di non sapere.

Leggi anche:

Meroni, il calcio non ha più farfalle
CARTOLINE DAL 2012 - Lacrime di gioia e di patimento
Bridge - Difesa contro il Senza Atout debole
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: