RWC 2015, un girone umano per l’Italia

Porta bene la Tate Modern Gallery di Londra agli azzurri del rugby: il sorteggio per la pool per il prossimo Mondiale ci riserva i vicecampioni del mondo della Francia ma, a bene vedere, ci evita Australia, All Blacks e Sud Africa, avversari ben peggiori – storicamente parlando – dei transalpini.

La gara, come in Nuova Zelanda, la faremo sull’Irlanda (meglio dell’Inghilterra e dell’Argentina, peggio solo di Samoa) che tra due anni potrebbe essere alle prese con un cambio generazionale peggiore del nostro. A seguire, Europa 2 e America 1, due squadre che usciranno dalle qualificazioni che non dovrebbero rappresentare un problema.

Obiettivo almeno un punto con la Francia e la vittoria contro i verdi. O viceversa.

Il girone di ferro sarà l’A, con Australia, Inghilterra e Galles a giocarsi due posti per i quarti, il più abbordabile il B con Sud Africa, Samoa e Scozia. Chiuso a doppia mandata, almeno sulla carta, il C con Nuova Zelanda e Argentina che dovranno vedersela con i modesti tongani.

Il tabellone completo

POOL A: Australia, Inghilterra, Galles, Playoff winner, Oceania 1
POOL B: Sudafrica, Samoa, Scozia, America 2, Asia 1
POOL C: Nuova Zelanda, Argentina, Tonga, Africa 1, Europe 1
POOL D: Francia, Irlanda, Italia, Europe 2, America 1

Queste le fasce di merito con cui si è arrivati al sorteggio sulla base dell’ultimo ranking IRB:

Fascia 1: Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia, Francia
Fascia 2: Inghilterra, Irlanda, Samoa, Argentina
Fascia 3: Galles, Italia, Tonga, Scozia
Fascia 4: Oceania 1, Europa 1, Asia 1, America 1
Fascia 5: Africa 1, Europa 2, America 2, vincitrice playoff

Leggi anche:

Cattive abitudini, le solite
Alonso, non ci vorrà la danza della pioggia
In una sola parola, NegativoPositivo
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: