In una sola parola, NegativoPositivo

Spazio settimanale dedicato a chi si è distinto nello sport, nel bene e nel male, avendo a cuore i suoi presupposti e i suoi valori

In settimana si è spento Hector ‘Macho’ Camacho, campione del mondo di pugilato in tre diverse categorie. Il pugile, 50 anni, era rimasto gravemente ferito al volto in una sparatoria dove ha perso la vita un suo amico, Alberto Yamil Mojica, noto alle forze dell’ordine come narcotrafficante. C’è poco da dire, in una sola parola: “RIPMacho”.

Per l’Italrugby la sconfitta contro i Wallabies è diventata più amara. Mirco Bergamasco salterà il Sei Nazioni. Dopo la frattura pluiriframmentaria scomposta della rotula del ginocchio sinistro rimediata nel test match, è stato operato con successo, ma dovrà star fuori 4-5 mesi. Sappiamo che è un lottatore, ma voglio comunque in una sola parola fargli un augurio: “InBoccaAlLupoBergaWilko“

Si allunga il periodo negativo per Kubica. Il pilota polacco nel corso dell’undicesima prova speciale è uscito di strada e ha sbattuto contro un albero con la sua Citroen C4 WRC ufficiale, mentre era al comando della corsa. Nell’impatto l’auto ha preso fuoco. Non ci sono state conseguenze, ma ricordiamo che Kubica era rimasto gravemente ferito nel febbraio del 2011 al Rally Ronde di Andora e l’incidente lo aveva costretto a lasciare la F1. In una sola parola:”Va’Piano”.

Si è concluso il mondiale di Formula1, con la vittoria di Vettel. Vorrei ringraziare ogni pilota, ogni meccanico, spettatore, per l’affascinante competizione di cui siamo stati spettatori. Non mi divertivo così da tempo, tante emozioni, gare sorprendenti, a confronto macchine e piloti. Peccato per Alonso, che ha lottato duro mostrando la sua vera stoffa. Mi piace inchinarmi all’uscita di scena di un uomo che a livello sportivo non va dettagliato: Michael Schumacher, non aggiungo altro, se non un grazie campione! Per tutto questo con la speranza che l’anno prossimo il campionato sia ancor più emozionante. In una sola parola:”FormulaSempreUno”.

Bilancio positivo: al di là delle nove medaglie, c’è stato un miglioramento generale del gruppo con 38 primati personali e due record italiani. L’obiettivo è un graduale ricambio generazionale col relativo inserimento in Nazionale al fianco delle nostre punte. Con queste parole ct Cesare Butini, ha commentato gli Europei di nuoto in vasca corta a Chartres. In una sola parola:”GrazieRagazzi”

Dal rugby alla conduzione televisiva. Questo il percorso di Martin Castrogiovanni, che debutta da presentatore ‘eco-friendly’ con ‘Lo spettacolo della natura‘. Ben nota la sua passione per flora&fauna. Amatissimo da tutti, non resta che passare il microfono al gigante buono. In una sola parola: “LineaACastrogiovanni”.

Leggi anche:

E il sindaco di Roma si mise di traverso
Siamo prossimi ai Pacchi
Caro Sindaco, li hai mandati tu?
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: