Non digerisco lo spezzatino

FOTO LAPRESSE

Caro direttore,

vorrei tanto mandarti un commento al campionato di calcio perché quando prendo un impegno mi va di rispettarlo, ma come faccio a commentare una giornata che non è una giornata, ma soltanto la metà di una giornata, un misero spezzatino? Io ero abituato ai tempi in cui giocavano tutti la domenica alle due e mezza – neanche alle tre, proprio alle due e mezza – e dopo due ore sapevi chi era primo, chi era secondo, chi restava in coda e via via tutte le altre posizioni. Se c’era stato un rigore dubbio potevi dire che una squadra era stata raggiunta da un’altra per colpa dell’arbitro, se una non ne approfittava scrivevi che aveva buttato al vento una bella occasione. Era tutto più semplice, più normale, più logico.

Adesso invece guarda qua: ieri sera la Juventus è stata battuta da un rigore che probabilmente non c’era (capita anche a loro di subire ingiustizie) e posso dire che Inter, Napoli e Lazio ne hanno approfittato? No che non posso, perché Inter, Napoli e Lazio non hanno ancora giocato. Inter e Napoli lo faranno stasera, la Lazio addirittura domani.

È lo spezzatino, il maledetto spezzatino che più spezzato non si può. Indigesto. E perché l’hanno inventato? Lo sai benissimo, direttore: perché l’ha chiesto la televisione che esige una partita al giorno: sabato il derby siciliano, ieri Milan-Juventus, stasera Napoli e Inter, domani la Lazio.

E a chi, come me, deve scrivere un commento al campionato chi ci pensa? Nessuno.

Ma io il commento lo faccio lo stesso. E allora ti dico che, qualunque risultato portino a casa Inter e Napoli, il campionato può considerarsi riaperto. La Juventus tritasassi dello scorso anno non c’è più. Ha già perso due partite, dopo essere rimasta imbattuta per un secolo, e appaiono le prime rughe, tra cui sono particolarmente preoccupanti quelle che solcano il volto barbuto di Pirlo.

La Juve arranca dimostrando ancora una volta quanto sia difficile giocare in Champions League e in campionato nella stessa settimana. In questi casi servirebbe sì uno spezzatino, una partita oggi, l’altra quando sono tornate le forze.

Bisognerebbe dirlo a quelli di Sky.

Leggi anche:

Movember, il rugby coi baffi
Multate, per favore, anche i genitori
Bridge - Il gioco in difesa
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: