Alonso, non ci vorrà la danza della pioggia

In Brasile sanno di macumbe e stregonerie, come a dire che non sono nuovi ai sortilegi. Qualcosa metterebbero in atto pur di favorire domenica Fernando Alonso ai danni di Sebastian Vettel, tedesco che non brilla per simpatia, dalle parti di San Paolo. Alonso è solare, l’altro no.

Non che i paulisti gufino, però quasi. Perché si parteggia più volentieri per chi insegue a fronte di un leader che ha 13 punti di vantaggio e la possibilità di aggiudicarsi il titolo chiudendo al quarto posto, con Alonso primo al traguardo.

Il resto lo fa la Ferrari il cui fascino da queste parti è immutato, anche se Ayrton Senna non ne ha mai guidata una.

I tifosi in prestito alla Ferrari, non pochi davvero, puntano molto su Felipe Massa, non tanto perché è un loro connazionale quanto perché potrebbe tener lontano Vettel dalle posizioni di vertice. Sempre che Alonso vada a segno domenica.

Nella logica degli scongiuri c’è chi fa i conti con la pioggia visto che la Ferrari si è sempre ben comportata sotto l’acqua e Fernando Alonso è un manico di prim’ordine quando la pista diventa sdrucciolevole. Le previsioni danno acqua domenica e non c’è bisogno di alcuna danza della pioggia, anche se qui saprebbero come organizzarla. A un costo accettabile per la causa della Rossa e di Alonso.

I bookmaker di qui offrono a quote molto allettanti la rottura dell’alternatore, difetto che la Red Bull ha già più volte accusato, sull’altra monoposto, quella di Webber. Gli allibratori non conoscono la sportività, giocano tutto sul calcolo delle probabilità.

Leggi anche:

Come ti racconto il baseball con un gioco da tavolo
Tre figlie, una si chiama M10
Pellè, naturalizzato olandese
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: