Attrezziamoci per i miracoli

Il bilancio della nazionale azzurra di hockey su ghiaccio nel torneo svoltosi la settimana scorsa a Lubiana è purtroppo molto negativo. Nel presentare l’Euro Ice Hockey Challenge non a caso avevamo sperato nella possibilità di miracoli, puntualmente disattesa dalle perentorie sconfitte con risultati quasi tennistici, 4-0 con i padroni di casa della Slovenia, 6-2 contro l’Austria e per finire 6-3 contro i cugini francesi.
La nostre difficoltà erano note ma si sperava almeno in sconfitte più dignitose e in uno spirito combattivo che spesso è venuto a mancare. Il Ct Cornacchia minimizza, consapevole delle difficoltà e sottolinea che le scelte hanno privilegiato i giovani con qualche veterano.
In ogni caso il mix per ora non funziona.
I club nazionali approfittando della pausa imposta dagli impegni azzurri hanno pensato al mercato per rafforzare le proprie formazioni ingaggiando naturalmente giocatori stranieri che evidentemente sottrarranno esperienze e minuti di gioco ai giovani italiani.
Non è vetero patriottismo, se si pensa che nel frattempo i ragazzi della Under 20 italiana hanno vinto il Quattro Nazioni a Pontebba battendo Francia, Ungheria e i vicini sloveni. Vittorie rincuoranti alla quale bisognerebbe dar credito impegnando di più gli azzurrini nei campionati.
Attrezzarsi per far largo ai giovani potrebbe essere il viatico per arrivare ai miracoli.

Leggi anche:

Musica per le nostre orecchie
Supercross, le piste e i mezzi
Come far sparire le perdenti
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: