Arrampicatori, per sport

Da oggi e sino a domenica i migliori sassisti da ogni parte del mondo si cimentano in Valtellina al Melloblocco, una manifestazione da non perdere

Stavolta parliamo di arrampicata, di freeclimbing ma soprattutto di bouldering, il termine internazionale che identifica il sassismo, l’arte di scalare massi non più alti di cinque metri, con gradi di difficoltà tecnica elevatissimi, senza l’utilizzo di corde o chiodi o imbragature ma con un bel materassone sotto la verticale per attenuare le più che probabili cadute.

Da molti anni ormai il mondo della montagna celebra, il primo weekend di maggio, il Melloblocco e la Valtellina, un richiamo irresistibile per migliaia di ragazzoni e ragazzone che si danno spontaneamente appuntamento in Val Masino e nella sua laterale Val di Mello, poco sopra Sondrio, al confine con la Svizzera. Arrivano dagli Stati Uniti come dalla Svezia, dal Regno Unito come dal Giappone e soprattutto dai Paesi di lingua tedesca; accorrono e si uniscono agli italiani con il semplice intento di fare community, di conoscersi, di arrampicare insieme godendo della bellezza incontaminata (buona parte della zona è chiusa al traffico) di luoghi ai quali la natura ha regalato pareti e massi perfetti allo scopo.

A oggi i presenti (l’iscrizione è pura formalità, ndr) sono 2700 e altri se ne aggiungeranno durante il weekend. Non ci sono veri e propri contest, e quei pochi hanno montepremi risibili con cui si pagano giusto le birre del weekend. Il clima è assolutamente di festa, a qualsiasi ora del giorno e della notte un vero happening, una Woodstock dell’arrampicata con pro-climber affermati, in pantaloncini e canotta, che si mescolano a dilettanti appena conosciuti a cantare sino alle 3 del mattino per poi ritrovarsi poche ore dopo sotto un boulder a darsi coraggio e consigli a vicenda.

Il raduno di arrampicatori più grande del mondo si svolge a un’ora e mezza di auto da Milano. Sabato e domenica è previsto sole. Si può anche solo pensare di dare un’occhiata ma la tentazione di cimentarsi, fidatevi, è irresistibile.

www.melloblocco.it

di Enrico Corno

 

Leggi anche:

Federica e i conti senza l’oste
C’è ancora la Festa di maggio?
Tazio, eroe rapito in cielo
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: