Ludovico Chiorri pt.1 – Quel canestro che strega

Alla domanda cos’è per te la pallacanestro la risposta che ho da darvi è soltanto una: è la mia vita

Ho iniziato a giocare a pallacanestro a 5 anni e da allora non ho potuto più farne a meno.

Il tutto è iniziato per caso, semplicemente seguendo un amico, ma quel giorno, la mia  prima volta in palestra, il debutto con quella palla tra le mani, ho provato una sensazione che non poteva essere paragonata a null’altro, né tanto meno descrivibile.

Sono cresciuto e con l’avanzare del tempo mi sono accorto che senza pallacanestro non potevo stare. Fin da bambino il mio sogno era diventare un giocatore; ora ho vent’anni e posso affermare con certezza di aver realizzato il sogno della mia vita. Sono cresciuto all’interno di una società chiamata Stamura Basket e a questa società devo veramente tutto, anzi dico che devo loro un sogno!

Ho terminato gli studi da poco e di fatto la pallacanestro è diventata  il mio “lavoro” anche se non lo considero tale in quanto stare in palestra è un piacere enorme. Mi ritengo una delle persone più fortunate che ci possono essere in quanto svolgo un’attività che mi rende autonomo, ma è pur sempre un gioco e a chi non piacerebbe guadagnare semplicemente giocando? La risposta è ovvia, ma non sempre sono rose e fiori.

Bisogna avere testa e tanta voglia di fare, voglia di ascoltare e di imparare per arrivare a raggiungere dei risultati importanti. Ci vuole impegno e sacrificio ma l’importante è entrare in palestra con il sorriso rendendosi conto giorno dopo giorno della fortuna e dell’occasione che ti è concessa, perché in ogni caso per quanto può essere faticoso e impegnativo il basket è e rimane un gioco.

di Ludovico Chiorri

 

Ludovico ha cominciato a 5 anni

Ludovico Chiorri, anconetano, ha vent’anni compiuti il 4 maggio. Gioca a basket da quando ne aveva 5 e non ha mai cambiato società. Portabandiera della Stamura Basket, ha esordito in serie B2 a 16 anni lasciando subito il segno: dopo 54 secondi di gioco ha messo a segno un canestro da 3 punti.

Nessuno sportivo in famiglia, a partire dai genitori. La scorsa stagione in divisione nazionale C Ludovico ha giocato guardia con questo score davvero eccellente: 35 presenze in stagione e ben 366 punti. Miglior punteggio 26 punti.
La società punta molto su di lui. Al momento ha totalizzato 3 presenze con uno score totale di 17 punti. 

 

 

Leggi anche:

Superbike ko a Monza In arrivo un’inchiesta
La Volpe aveva molto appetito
“Pedaliamo” anche senza stare in sella
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: