Davide Bargellini – Ho fatto 13 ma non mi va

È sabato sera e sono appena tornato da questa tanto attesa giornata di gare, sono veramente stanco, ma ho voglia di usare le ultime energie per scrivere due righe sulla giornata.

Come ricorderete avevo l’impegno dei Campionati Italiani di Triathlon Sprint. Sabato 6 ottobre, una giornata moooolto lunga, e ora vi spiego il perché.

La gara si svolgeva a Tirrenia (Pisa) e la sveglia, ahimé, è suonata presto. Con tutta la squadra del Friesian Team ci siamo sparati 3 ore di macchina, durante le quali ho avuto l’occasione di valutare in più posizioni la comodità dei sedili posteriori. Anche il leggero rumore del motore è in grado di conciliare il sonno.

Ed eccoci alla gara.

Prima una considerazione però…. Credo che la cosa più bella del girare l’Italia per le varie manifestazioni sportive sia il poter incontrare gli amici sparsi lungo tutto lo stivale, spesso conoscerne di nuovi, perché per quanto ci si tenga in contatto con facebook o qualche mail, vedersi di persona è tutta un’altra cosa!

Sono felice di far parte di questo grande carrozzone del Triathlon: grazie ad esso ho conosciuto un sacco di gente formidabile, simpatica, disponibile, persone che non si lasciano spaventare dalla prima difficoltà o da un piccolo fallimento, ragazzi e ragazze che amano lottare per qualcosa che li appassiona e li anima nel profondo.

Potrei anche fare qualche nome, ma poi rischierei di dimenticarmi qualcuno, sappiate che sono in tanti quelli che mi porto costantemente nel cuore!

Insieme a queste persone passo un’altra splendida giornata all’insegna dello sport, della fatica e del divertimento, fino a quando non arriva l’ora di tornare a casa, l’ora di spararsi per la seconda volta 3 ore di macchina, questa volta condite da una quantità esagerata di giudizi tecnici e tattici, oltre che di critiche all’organizzazione, che non mancano mai.

Ah già quasi dimenticavo di raccontare com’è andata.

Dopo una gara molto tirata che si è decisa nella frazione di corsa, ho raccolto un anonimo tredicesimo posto, che non rende giustizia alla mia condizione fisica né alle mie reali possibilità, ma questo è il triathlon! A volte ti dà e a volte ti toglie.

E come ho già detto sono felice! Vi sembrerà strano, ma oggi sono felice anche della mia classifica!

Ps: complimenti  a Davide Uccellari che si è conquistato il titolo di Campione Italiano!

L’anno prossimo ti vengo a prendere (anzi tutti quanti ti veniamo a prendere) !

 

Leggi anche:

"Lombardata" del 25 Giugno
La ragione aldilà della passione
Elisa in riposo forzato
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: