Miggy ce l’ha fatta ora è leggenda

Onore a José Miguel Cabrera Torres, più noto come Miguel Cabrera, per gli amici semplicemente Miggy. Venezuelano, classe 1983, terza base dei Detroit Tigers, Cabrera ha vinto la Triplice Corona nell’American League.

Baseball, per chi avesse qualche dubbio.

Evento raro, anzi rarissimo, questo della Triplice. Erano 45 anni che non capitava che un giocatore facesse l’en plein: Miggy ha vinto la classifica dei fuori campo colpiti (44), dei punti battuti a casa (139) e della media battuta (.330).

Nella cronologia della Major League è il nono atleta capace di tanto. E solo uno, Ted Williams, l’ha vinta due volte, nel 1942 e nel 1947.

L’ultimo autore del grande exploit è stato Karl Yastremski dei Boston Red Sox nel 1967. Mickey Mantle e Lou Gehrig ne hanno vinta una. Per dire di gente di livello eccelso, sia Babe Ruth sia Joe Di Maggio non ce l’hanno mai fatta.

Chi poteva insidiare Cabrera – Granderson e Hamilton per i fuoricampo o Trout per la media battuta – non ha fatto meglio della star venezuelana, peraltro in ombra nell’ultima partita della Regular Season (0 su 2 nel box di battuta). I Tigers si sono comunque imposti per 1 a 0 a Kansas, sul campo dei Royals.

Al termine dell’incontro lo stadio si è levato in piedi per tributargli il giusto omaggio. Standing ovation per Cabrera. Meritatissima.

Se nessuno se ne risente, abbiamo dato via a una mini-ola per Cabrera anche noi in redazione.

Leggi anche:

Nemmeno a Londra c’è pace per la Siria
Giovanni Soldini per Fratelli dell'Uomo
Momenti di gloria, tutti in fila per 5
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: