La Domenica è Sportiva quando lo sport è assente?

Domanda lecita visto che la giornata di ieri è stata sportivamente densa di emozioni per i nostri colori. Peccato che la Domenica Sportiva, storica trasmissione Rai, abbia ignorato o sorvolato i successi azzurri, tutti molto significativi. Soprattutto non scontati.

La diffusione della cultura sportiva è un impegno costante, ad evitare che ci si ricordi di alcune discipline ogni quattro anni, soprattutto per risparmiarsi l’ipocrisia di servizi e articoli a comando, buoni per gli interessi di qualcuno, sempre i soliti.

Con tutta sincerità sogno che la Domenica Sportiva di mamma Rai che tanto ha “usato” le Olimpiadi apra una volta tanto con le azzurre Alice Franco (oro) e Martina Grimaldi (bronzo) nell’Europeo di fondo (specialità 25 km). È successo ieri. Sarebbe bastato un bel servizio sulla loro fatica e un commento dallo studio perché il nuoto non è solo Federica e Filippo Pellegrini.

Si chiama servizio pubblico, dovrebbe promuovere anche lo sport, evitando la moviola ma soprattutto le invasioni di analisi e tattiche sulle partite di calcio già viste e sentite nelle ore precedenti.

Azzardiamo: la Domenica Sportiva potrebbe cercare un pubblico nuovo, pescando in un bacino di utenti dimenticato da tempo. In Rai sono certi che le pecorelle smarrite non tornerebbero all’ovile? Per favore non parliamo di audience, e nemmeno di share (a quell’ora non sono milioni gli spettatori davanti alla tv).

C’è di più, possiamo aggiungere la vittoria nell’Europeo di baseball, titolo confermato dopo due anni, ma gli azzurri di Mazzieri stavolta hanno trionfato nella tana dei rivali olandesi. Una bella notizia del pomeriggio, completamente ignorata.

Una nazionale che vince andrebbe raccontata comunque e a maggior ragione in questo momento, così difficile, dovrebbe rincuorare sapere che esiste un’Italia vincente in Europa.

Per non dire degli europei di canottaggio in casa, a Varese, dove abbiamo dominato il campo di regata. Anche di quello non c’è stata traccia alla Domenica Sportiva.

Nel frattempo in Olanda si stanno svolgendo i Mondiali di ciclismo. Forse la Rai potrebbe parlarne interrogandosi sull’opportunità di correre la cronometro riservata alle squadre di club (è come se un Mondiale di calcio per nazioni vedesse schierate in campo il Barcellona, il  Santos, la Juventus…).

Morale, si finisce inevitabilmente per commentare ogni dettaglio della giornata calcistica in maniera ossessiva e compulsiva. Passi per i spettatori SKY che pagano per questi approfondimenti ma l’abbonato Rai non avrebbe diritto alla varietà, allo sport per intero?

Ora per giorni si parlerà della sconfitta della Roma di Zeman e del licenziamento dell’allenatore del Palermo. Possiamo aprire le scommesse, le stesse tematiche pari pari si riproporranno tra due tre settimane con dibattiti ripetuti all’infinito.

A volte guardando la DS mi vengono in mente le due gemelline di Shining che ripetono ossessivamente una frase…

A proposito, se trovate pubblicate sui cosiddetti giornali sportivi notizie relative agli Europei di Baseball, con i nostri in trionfo, oppure la Franco medaglia d’oro nel nuoto, con spazio considerevole a lei dedicato, non esitate a segnalarle: l’indirizzo è redazione@sportivamentemag.it.

Leggi anche:

L’eclettico Miani
Marina, oltre la maratona
Triathlon, è tempo di correre
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: