Football, l’altro, l’americano

 

Il campionato NFL è iniziato sotto il segno di due quarterback, il rookie Robert Griffin III e il veterano dalla classe infinita Peyton Manning, tornato a giocare dopo un anno di stop per infortunio.

Il rookie, seconda scelta assoluta al Draft 2012, ha dominato la partita inaugurale trascinando i suoi Washington Redskins contro i martoriati New Orleans Saint di Drew Brees (40-32), Griffin III ha chiuso il match con numeri da capogiro: 19/26 per 320 yards con 2 Touch-Down. Gli americani, che a creare mode ci mettono un battito di ciglia, hanno già denominato “Griffing” la sua esultanza da sedi-sdraiato (vedi foto), di certo il nativo di Copperas Cove ha fatto vedere i suoi numeri a differenza del rivale Andrew Luck degli Indiana Colts; sconfitto 41-21 dai Chicago Bears con 23/45, 3 TD e 1 intercetto.

Oltre alla matricola c’era molta attesa nel rivedere in azione Peyton Manning dopo il forzato l’anno sabbatico per via dell’operazione al collo. L’ex Colts non ha tradito guidando i suoi Denver Broncos al successo (31-19) contro gli Steelers di Ben Roethlisberger, per il veterano 19/26 per 252 yards e 2 TD col primo che gli ha consentito di raggiungere quota 400 in carriera.

Le prestazioni di Manning e Griffin III hanno concentrato l’attenzione dei media ma non sono state da meno la sconfitta casalinga dei Green Bay Packers contro i San Francisco 49ers del kicker David Ackers reo di un Field-Goal da 63 yards e della vittoria al fotofinish (24-23) dei Philadelphia Eagles sui Cleveland Browns on un Michael Vick croce/delizia delle aquile (4 intercetti ma lancio TD decisivo per la vittoria).

La stagione è appena iniziata ma le previsioni per il SuperBowl, che quest’anno si terrà al Super Dome di New Orleans, sono già cominciate. Ecco una sintesi sulle candidate all’anello.

 

AMERICAN FOOTBALL CONFERENCE

Nella AFC occhi puntati sui Baltimore Ravens del QB Joe Flacco ma soprattutto del running-back Ray Rice, dotati di una delle migliori difese della Lega grazie alla coppia Reed-Lewis capace di intercettare i lanci e ripartire a fuoco verso la meta avversaria.
I loro diretti rivali sono i New England Patriots (finalisti nella scorsa stagione, ndr) dell’accoppiata vincente Bellchick-Brady, con quest’ultimo che anche quest’anno potrà vantare la miglior coppia di Tight-End del campionato formata da Aaron Hernandez e Rob Gronkowski.

Attenzione ai Broncos di Manning, ai Jets dei Sanchez e di quel Tim Tebow tanto pompato dai media ma ancora poco convincente, e infine degli Houston Texans del running-back Arian Foster.

NATIONAL FOOTBALL CONFERENCE

Sicuramente la Conference più dura e difficile dove anche quest’anno i Green Bay Packers partono per favoriti, un’orchestra diretta alla perfezione dall’MVP 2011/12 Aaron Rodgers anche se il K.O casalingo con San Francisco fa presagire ad una lotta a due molto interessante, specie perché i 49ers hanno investito molto nel mercato estivo proprio per puntare diretti al SuperBowl.
Da non prendere sotto gamba invece i Dallas Cowboys di quel Tony Romo tanto criticato ma partito con le marce alte nell’opening game, i Detroit Lions del miglior ricevitore del campionato, Calvin “Megatron” Johnson e i campioni in carica dei New York Giants sempre capaci di sorprendere.

Per la corsa all’MVP invece i nomi sono quasi sempre gli stessi: Tom Brady, Aaron Rodgers, i fratelli Manning con Peyton carico a mille, il sophomore Cam Newton e infine diamo fiducia a un non QB, Calvin Johnson (WR) ma solo se riuscisse a stupire a livello di TD messi a segno cosa che dipenderebbe dal suo lanciatore, Matthew Stafford.

 

di Francescomatteo Bertoli (con la collaborazione di Matteo Balzaretti)

Leggi anche:

Pastette olimpiche
Molmenti di pura gioia
Ciao Dino, anzi a presto
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: