Carolina, non più

da www.carolina-kostner.it

Rientrati (rapidamente) i propositi di ritiro della Kostner che in un’intervista di pochi giorni fa a “Gente” stava meditando (seriamente) di lasciare: «Ho sacrificato amici e affetti, potrei scegliere di riprendermi la mia vita». Ora la marcia indietro, ufficiale: «Ho riflettuto molto sulla mia vita e sul mio futuro e, dopo essermi confrontata con il mio allenatore e con la mia famiglia, ho deciso di continuare fino a Sochi 2014». Una frase che si può leggere in tre lingue (italiano, francese e inglese) nel suo sito, carolina-kostner.it

I maligni, che non si fanno mancare l’occasione, hanno subito sospettato un’operazione mediatica. Dopo il quarto successo agli Europei lo scorso anno, soprattutto dopo il primo titolo mondiale conquistato a Nizza lo scorso marzo, niente di meglio che ventilare un ritiro per far parlare di sé in prossimità dei Giochi olimpici estivi, con i quali Carolina nulla ha da spartire.

Noi la pensiamo diversamente, avendo seguito il percorso della Kostner negli anni. Dato che il settimanale non le ha estorto il proposito di lasciare e il ripensamento non ha avuto bisogno di lunghe e tormentate meditazioni, una domanda s’impone: Carolina si diverte ancora a pattinare oppure è ostaggio degli impegni che la imprigionano dai suoi 14 anni, quando il pattinaggio è diventato una professione e via via un gravame sempre meno sopportabile?

Sono pesi che solo Carolina può valutare ricordando un assunto che vale a ogni latitudine, per sportivi e non sportivi: la vita è una sola ed è tua, non di altri.

Leggi anche:

Simone Ragusi (pt.2)
Una biblioteca intera di ciclismo
Ecco a voi la Ferrari cinesizzata
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: