Quelli del “batti e corri” in vista degli Europei

 

Un tempo, dalla penna di Bruno Roghi, antico direttore de La Gazzetta dello Sport, sarebbe uscito un: “Sono arrivati alla spicciolata, come gli scolaretti il primo giorno di scuola, accompagnati da fervidi genitori, più emozionati di loro”. Oggi, che il tempo degli immaginifici si è chiuso, è sufficiente dire che stamane a Grosseto sono arrivati, non in pullman, ma ciascuno per conto proprio, gli azzurri del baseball per il programmato ritiro. E senza alcun genitore al seguito.

La nazionale del “batti e corri” nostrano prende le misure in vista dell’Europeo di settembre, ma soprattutto si cimenta in un primo impegno qualificante: sabato 30 giugno è infatti in programma a Grosseto l’All-Star Game. Tra i molti del gruppo storico una serie di volti nuovi, settore invitati, che Mazzieri vaglierà.  

Per primi sono giunti i lanciatori, in azione dal pomeriggio di oggi con il pitching coach Bill Holmberg: parliamo di  Tiago da Silva e Chris Cooper (T&A San Marino) Roberto Corradini (Rimini), Luca Panerati, Matteo D’Angelo, Cody Cillo e Nick Pugliese (Unipol Bologna), Justin Cicatello, Marco Grifantini e Adam Clerici (Cariparma).

Domani si presenteranno i position player: Lorenzo Avagnina, esterno, Mattia Reginato, ricevitore, Jo Mazzuca, interno e Jairo Ramos, battitore designato (T&A San Marino); Marco Sabbatani, ricevitore, Gabriele Ermini, esterno/prima base, Mark Castellitto, esterno, Juan Carlos Infante, interno, Alessandro Vaglio, interno (Unipol Bologna); Paolino Ambrosino, esterno (Danesi Nettuno); Alex Sambucci, prima base (Cariparma); Jack Santora, interno (Rimini).

A questi vanno aggiunti i giovani invitati: Mattia Mercuri, interno, Alessandro Grimaudo, esterno e Valerio Simone, lanciatore (Danesi Nettuno); Sebastiano Poma, esterno e Davide Benetti, interno (Cariparma).

Good luck, soprattutto per loro. O Buena suerte, se siete ispanoamericani. Per tutti, naturalmente.

Leggi anche:

God save the Queen
Raffaella Calloni - Vado a mettere lo smalto
Baltimore, la favola a lieto fine
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: