Cassano non lo sa…i

“Caro Cassano…ti risponde un FROCIO ! “

Caro Cassano,
anche se non ci siamo mai parlati e mai ti ho intervistato vorrei intervenire sulla tua penosa conferenza stampa di oggi in Polonia.
Detto che rientro anche io nella schiera dei “FROCI” come li chiami tu, ma questo lo saprai sicuramente ed anzi mi sorge il dubbio che il fatto di essere l’unico giornalista sportivo ad aver avuto le palle di fare Coming-Out ( ho ammesso pubblicamente di essere gay, così almeno capisci) mi abbia impedito di intervistarti in passato…..!
Che tu sia abituato a collezionare brutte figure ogni volta che apri la bocca non ti esime dallo sparare a zero su una comunità , quella gay che, purtroppo in Italia, non è tutelata a sufficienza.
Ho provato ad ascoltare più volte le tue parole di oggi e, più le sento, più rimango allibito !
Pensi forse che i gay, o peggio come li chiami tu i froci, siano persone malate ?
Ragazzi che non possano giocare a calcio ? Guardati le spalle allora visto che alcuni li hai come compagni di squadra in nazionale, nella tua squadra di club e li hai avuti anche in tutte le altre formazioni in cui hai giocato in passato !
Capisco che, magari, ad avere le fette di salame sugli occhi , anche le cose più banali possano non essere viste, ma, negare l’evidenza è veramente una cosa triste !
“Froci in squadra” quindi li hai sempre avuti…ma non ti sei  mai lamentato di questo…! Perchè? Perchè non te ne sei accorto , oppure perchè hai messo la testa sotto terra come gli stuzzi, come spesso si fa nel mondo omertoso del calcio .
Eppure c’era stata, poco tempo fa, la coraggiosa presa di posizione del tuo CT Cesare Prandelli che incoraggiava i calciatori gay ad uscire allo scoperto.
Tu sei andato contro le sue parole ma, soprattutto, ti sei reso antipatico con frasi razziste ed omofobe anche verso quei tuoi compagni di squadra gay, che poveretti, chissa quale imbarazzo proveranno ora a stare in tua compagnia nel ritiro azzurro.
Tanto per farti un esempio è come se avessi dato del negro a Balotelli…. non penso l’avrebbe presa bene… non pensi ?
Un’altra cosa che mi ha ferito molto sono state le risate sciocche dei colleghi presenti alla conferenza stampa…che roba triste…roba da osteria, da caserma.
Devi sapere, caro Antonio, che, come esistono calciatori gay che si nascondono, esistono pure giornalisti sportivi e non , che non hanno il coraggio di dichiarare la propria omosessualità. Ti assicuro che ce ne sono anche al seguito della Nazionale agli Europei, magari sono gli stessi che ridacchiavano oggi in sala stampa… sigh!
Sto leggendo la rosa dei nazionali agli Europei e sai che ti dico che conto ben 6 calciatori che come dici tu, ahimè, potrebbero essere FROCI ( non sto a spiegarti le differenze tra bisessuali, che non sono quelli con due uccelli, metrosessuali etc… ci vorrebbe una nottata intera) d’altronde lo avevo già scritto sul mio twitter il 28 maggio scorso, ben prima dell’intervista a Cecchi Paone.
Stai sereno, non ti succederà nulla negli spogliatoi, anche perchè non sei il tipo che piace ai gay, per fortuna nostra…!!!
Detto questo, sono pronto ad incontrarti per un colloquio anche pubblico, per dimostrarti che noi FROCI non siamo animali, non siamo mostri, siamo persone normalissime, come potrebbe essere il tuo vicino di casa, un tuo parente, un tuo compagno di squadra, magari proprio quello, per fare un esempio, solo un esempio,  che gioca al tuo fianco in attacco!
Come dico io l’importante è fare bene il proprio lavoro, in questo caso giocare a calcio, il resto non conta…!
Il problema è che, soprattutto in Italia, il popolo pende dalle labbra di campioni, dei personaggi famosi e fare affermazioni così gravi, come hai fatto tu oggi non fa altro che aumentare l’odio, l’intolleranza verso ciò che non si conosce appieno, verso qualcosa che si ignora…!
Ho letto su internet commenti alle tua conferenza stampa che mi hanno fatto rabbrividire..
Visto che stai indossando una casacca azzurra e stai rappresentando una Nazione, l’Italia, mi auguro che tu possa rimediare in qualche modo alle castronerie che hai sparato oggi.
Hai un carissimo amico, che si chiama Pierluigi Pardo, un collega che io stimo tantissimo, chiedi anche consiglio a lui, sai che di lui, a livello giornalistico, ti puoi fidare.
Già che ci sei, chiedi al tuo compagno di squadra Christian Maggio , qualcosa in più su di me.
Tranquillo, lui non è gay, lo conosco benissimo, così come conosco Valeria, la sua compagna.
Christian è stato uno dei primi calciatori professionisti a cui ho rivelato di essere gay, non si è mai fatto nessun problema a frequentarmi o a parlarmi. Assieme a Cristian Zenoni, lo considero uno dei miei migliori amici tra i calciatori prof.
Ci sono anche alcuni Campioni di ciclismo che sono miei amici e che mi parlano e mi frequentano pur sapendo che sono gay, ma non si fanno nessun problema…!
Così dovrebbe essere la considerazione di un’altra persona…
Tu oggi hai detto : ” Sono FROCI, problemi loro…. ”
Se uno ti dicesse : ” Calciatori siete un branco di ignoranti , problemi vostri ”
Come reagiresti tu ???
Non ti sentiresti offeso o chiamato in causa ??
Sportivamente.

di Paolo Colombo

Leggi anche:

Rai a reti bianche. Perché no?
L’Ecuador tasserà il “fetente Moreno”
Il mio Coppi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: