Nell’ordine come nel 2011

Ci hanno preso gusto Daniel Fontana e Alessandro Degasperi, triatleti di gran valore, nuovamente primo e secondo nell’unico evento italiano targato Ironman, andato in scena a Pescara. Con la sorpresa del ritiro di Jonathan Ciavatella per un problema al tendine, mentre era nettamente al comando

Daniel Fontana

A Pescara domenica si è svolto l’unico evento targato Ironman in Italia. Per chi non avesse familiarità con il triathlon, Ironman evoca il Mondiale della specialità, quello che ogni anno si disputa alle Hawaii, nell’isola di Kona. Gara destinata ai grandissimi della specialità quella abruzzese, dominata dai professionisti. Come lo scorso anno la prova è andata a Daniel Fontana, un italo-argentino dal soprannome semplice: el campeon. Alle sue spalle Alessandro Degasperi, anch’egli pro, secondo come nel 2011, ma autore di una straordinaria frazione di corsa, per un piazzamento colto in rimonta.

Ben 1960 i partenti tra gara individuale e staffette in uno splendido e coloratissimo lungomare. Tra gli stranieri più in vista l’inglese Paul Amey, l’australiano Ben Allen e il sudafricano Kent Horner. La giornata calda è stata mitigata nella temperatura da un forte vento trasversale nella frazione ciclistica, con difficoltà accentuate per i concorrenti.

La frazione di nuoto, leggermente più lunga dei previsti 1900 metri, ha visto l’australiano Ben Allen uscire per primo dall’acqua seguito a pochi secondi da un gruppetto con Fontana, Risti, Ciavattella, Amey mentre Degasperi chiudeva la prima frazione attardato di 1’30”.

La seconda porzione in bici prevedeva 94 km, vale a dire due giri di un tracciato con dislivello di poco superiore ai 700 m e una prima salita non certo semplice. Proprio sulla prima ascesa Jonathan Ciavatella (Esercito) riusciva a staccare Daniel Fontana e Ben Allen e nel giro di 20 km il suo vantaggio arrivava a 3′. Dietro Fontana procedeva con Allen mentre ad altri 3′ figurava un gruppo con Degasperi, Amey, Kent Horner. Ciavattella cambiava con 5’ di vantaggio sul duo Fontana-Allen.

Come spesso accade il destino rimescolava le carte: Ciavattella era costretto al ritiro per un problema al tendine e la gara si riapriva a tutte le soluzioni. Fontana prendeva subito la testa inseguito da uno scatenato Degasperi che prima si riportava su Allen, protagonista assoluto nelle prime due frazioni, e poi staccava Amey. Notevole la sua rimonta, ma il margine di Fontana era troppo ampio.

Decisamente soddisfatto Degasperi, non tanto per il secondo posto ribadito, quanto per una prestazione di altissimo livello, soprattutto nella corsa. Meno in palla Ivan Risti, decimo al traguardo, penalizzato dalle due frazioni di bici e corsa in cui non ha saputo tenere il ritmo dei migliori.

TOP 10 uomini:

1 Fontana Daniel ITA 04:13:25
2 Degasperi Alessandro ITA 04:15:31
3 Amey Paul GBR 04:18:28
4 Horner Kent RSA 04:21:07
5 Allen Ben AUS 04:24:39
6 Degham Toumy FRA 04:24:45
7 Lassonde Cedric FRA 04:26:54
8 Mazzetta Gabriele ITA 04:29:46
9 Cardoen Olivier BEL 04:31:02
10 Risti Ivan ITA 04:35:18

Leggi anche:

Bocce inarrestabili in Toscana e Lazio
Sei Giorni di Milano, una sera
Lacrime di calcio, a vario titolo
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: