Il nostro tifo per Sansonetti

Ugo il tuffatore, 93 anni, è tra i protagonisti dei Campionati del mondo Master 2012 in corso a Riccione

Si è aperta ieri a Riccione la XIV edizione dei Fina World Masters Championships 2012. Di scena circa 14mila atleti di 76 nazioni partecipi di gare di nuoto, pallanuoto, acque libere, tuffi e sincro. Come a dire approssimativamente 30.000 presenze gara, che rappresenta un primato senza precedenti per le organizzazioni internazionali in ambito FINA, la Federnuoto internazionale.

La cerimonia di apertura è stata sobria nel rispetto del lutto che sta colpendo numerose popolazioni della regione Emilia-Romagna per il terremoto che sembra non finire mai. Il Comitato organizzatore dei mondiali ha annullato la cena di gala oltre ai fuochi d’artificio normalmente previsti dal protocollo. Il risparmio conseguente – circa 5mila euro – è stato devoluto a favore delle famiglie colpite dal sisma.

La mascotte di questi campionati di Nuoto è Dino il Bagnino, che terrà alto lo spirito sportivo e il grande entusiasmo che aleggia tra i partecipanti.

Anche chi scrive parteciperà alla manifestazione, accreditato con il 42° tempo nella gara dei 100 farfalla. Evidentemente con scarse velleità di podio, ma sportivamente con l’impegno e la determinazione di chi ama la sana competizione.

Per regolamento l’età minima degli atleti master è di 25 anni, ovviamente senza un limite massimo. Il meno giovane tra i partecipanti è il tuffatore italiano Ugo Sansonetti, 93 anni. Il suo motto: “Non fermarsi mai”.

I campionati del mondo di nuoto master si concluderanno domenica 18 giugno. Il bilancio della manifestazione, curiosità incluse, al termine della manifestazione.


Leggi anche:

Fatica, fango e un sacco di risate
Meroni, il calcio non ha più farfalle
Bridge per chi ne sa
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: