Valchiavenna, dove la bici è regina

Un’estate all’insegna di MADE’n’BIKE, il progetto che muove dalla riaperture nelle prossime settimane del “Tracciolino”, il percorso ambito dai biker che porta nel cuore della selvaggia Val Codera

Per chi ama le due ruote – a vario titolo, in particolare le mountain bike – l’estate riserva una serie di opportunità in Valchiavenna, tutte pro bici, grazie all’intervento della Comunità Montana della valle che nell’ultimo decennio ha investito notevoli risorse nel comprensorio attrezzando percorsi e sentieri in grado di soddisfare ogni genere di palato ciclistico, da quello meno esigente a quello più raffinato, talvolta un po’ blasé, dei biker che se non trovano quanto li appaga, anche in termini di difficoltà, eccepiscono. In particolare una piacevolissima novità risiede nella riproposizione del Tracciolino, un tracciato quasi leggendario, un’opera di ingegneria di valore assoluto. Stiamo parlando di un sentiero scavato nella roccia, lungo 10 chilometri, che corre a un altezza costante di 920 metri fra la Val dei Ratti e la Val Codera, costruito negli anni Trenta del secolo scorso come collegamento fra due piccole dighe, una per l’appunto in Val Codera (poco più che un muro di cemento) e una in Val dei Ratti (un poco più grande). Nelle prossime settimane si completerà la messa in sicurezza del tracciato e l’inaugurazione coinciderà con una intera settimana di occasioni celebrative – non a caso denominata Tracciolino Week – prevista nella seconda metà di luglio.

Tutto questo nella felice logica del progetto MADE’n’BIKE che intende fare della Valchiavenna la capitale del cicloturismo, dove ospiti italiani e stranieri, super esperti di downhill e semplici appassionati troveranno modo di liberare la loro passione, magari sfrenandola, ma sempre nel pieno rispetto dell’ambiente.

La scelta molto orientata verso il mondo della bici chiaramente non attenua la vocazione multisport della Valchiavenna, che Cinzia Capelli, presidente della Comunità Montana, ha così felicemente riassunto: “L’estate ci vedrà ospitare camp estivi e ritiri precampionato di club prestigiosi come la Pallacanestro Varese, il Futura Volley Busto, la Yamamay, il VeroVolley e l’Agil Volley Igor Novara, senza dimenticare eventi di altissimo livello come il quadrangolare di volley femminile alla vigilia del campionato, il Trofeo Marmitte dei Giganti, la Valchiavenna Skyrace, e il KM Verticale”.

Gianni Poli

 

Leggi anche:

L’ambizione al Coni non è una malattia
Bicicletta, amore nostro
Gente, un miliardo, di un altro mondo
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: