Danzatletica come arte teatrale

Dal 15 al 19 ottobre va in scena al romano Teatro Quirino lo show “Puzzle” proposto dalla Compagnia di Kataklò, un’intuizione di Giulia Staccioli che il prossimo anno festeggerà i vent’anni

Cinque serate al romano Teatro Quirino, dal 15 al 19 ottobre, un’opportunità per ammirare la bravura della Compagnia di Kataklò, felice espressione di teatro danza ma realtà unica al mondo viste le performance atletiche proposte dai suoi interpreti. Fortemente voluto da Giulia Staccioli che ne firma la regia e la supervisione artistica, “Puzzle” è una composizione corale e poliedrica, che accosta le coreografie storiche che hanno fatto grande la compagnia e le ideazioni dei danzatori stessi, liberi di esprimere la loro creatività anche a livello acrobatico.

Tutto o quasi sotto la guida esperta e appassionata della Staccioli, ginnasta di ottimo livello negli anni Ottanta, finalista a Los Angeles 1984 e a Seoul 1988, poi a New York a studiare agli Alvin Ailey Studios. Dopo essersi affermata con i Momix, sotto la guida di Moses Pendleton, la Staccioli ha iniziato a costruire il progetto Kataklò, sviluppando fin dalle origini della compagnia, dal 1995, un tratto coreografico originale, basato sullo studio del gesto e del linguaggio corporeo: un nuovo approccio a quello che viene internazionalmente definito physical theatre, con cui ottiene ampi riconoscimenti.

Kataklò ha visto da subito il coinvolgimento diretto degli artisti nel processo creativo per abbinare le possibilità espressive e le peculiarità dei singoli performer. Di qui il “puzzle” che dà il titolo allo show. Tutto si gioca sulla diversità e la varietà espressiva, con toni che vanno dal teatro alla danza fino all’acrobatica. “Puzzle” come possibilità di creazione, come luogo di condivisione e perfetta sintesi, come uno spazio aperto e libero, un invito per lo spettatore a lasciarsi contagiare dalla passione e dalla creatività.

Uno show giramondo

Puzzle è l’opera prima di ZaMagA-Eleina D. (alias Maria Agatiello e Marco Zanotti in collaborazione con Claudia Cavalli e Vito Cassano). Lo show accoglie due coreografie di Paolo Benedetti, ex danzatore Kataklò,  ora responsabile della formazione di Accademia Kataklò.

Nel 2014 Puzzle è stato rappresentato soprattutto in Olanda dove la Compagnia Kataklò si è esibita in 21 teatri di assoluto prestigio, primo fra tutti il Lucent Danstheater di Den Haag, casa del celebre Nederlands Dans Theater. Poi è proseguito in Turchia dove ha partecipato al Festival Internazionale della Musica di Ankara. A seguire è venuta la tournée in Brasile culminata negli spettacoli tenuti al Teatro Alfa di San Paolo e al Teatro Municipal di Rio de Janeiro dove già in passato la Compagnia aveva realizzato dei prestigiosi “sold out”.

 

di Gianni Poli

Leggi anche:

Trail appassionanti in Val d'Aosta
Il coming out libera da tutto?
Dalla parte di chi è “bueggiato”
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: