In favore di corrente, per una volta

Sabato 6 settembre il Naviglio vaglia le ambizioni dei maratoneti nella terza edizione della Gran Fondo di nuoto, da Abbiategrasso a Milano: 21 km allo spasimo, come si conviene a chi ama faticare e due versioni su distanze meno impegnative (14 km e 2.750 metri)

A rinverdire una storia che viene da molto lontano, dal 1895, quando si volle celebrare la nascita della Rari Nantes Milano organizzando dapprima a gennaio un cimento invernale nelle acque gelide del Naviglio, poi ad agosto una maratona natatoria nelle stesse acque, da Castelletto di Abbiategrasso a Milano, sulla distanza di 17 chilometri, va in scena sabato 6 settembre la replica della Gran Fondo di nuoto, in favore di corrente, giunta alla terza edizione.

La prova attuale, di 21 chilometri, si svolge su distanza ancor più severa di quella originaria, con partenza da Abbiategrasso e arrivo a Milano. Per i meno dotati di fondo, come già lo scorso anno, si può optare per la prova sui 14 km che muove da Gaggiano. Da ultimo, quest’anno, la novità di una terza gara – di … soli 2,75 chilometri – con partenza a Milano, dalla Canottieri Olona. Per le tre prove è previsto il medesimo arrivo, sempre in Darsena a Milano.

L’evento si deve alla Fondazione per la Promozione dell’Abbiatense, d’intesa con Navigli Lombardi e con il supporto di Canottieri Olona.

Onorano la manifestazione ben 56 partecipanti, la gran parte – 37, fra cui due donne – si schierano alla partenza della 21 km, mentre sono 14, fra cui due donne, coloro che si cimenteranno nella Gaggiano-milano e solo 5 (due giovani e una giovanissima) competeranno sulla prova più breve, di poco meno di tre chilometri. Celilia Viezzoli (DDS), 10 anni, è ovviamente la più giovane mentre il più stagionato è Vinicio Zanaboni (Canottieri Milano), 72 anni, già protagonista delle due edizioni precedenti ma quest’anno orientato alla gara più breve per difetto di preparazione.

In gara nella Gran Fondo i vincitori della scorsa edizione: Marco Leoni (Circolo Canottieri Napoli), secondo agli Europei in Ucraina, quarto al Mondiali di Goteborg e settimo ai Mondiali di Riccione; Erika Audasso, prima nel 2013, se la dovrà vedere con l’accreditatissima Gaia Naldini (Fiesole), ben cinque titoli italiani tra fondo e gran fondo. Saranno al via con buone ambizioni anche Marco Millefiorini e Valentina Trabucco (entrambi del Circolo Ambranuoto Latina), Isabella Boccone (DDS Triathlon Team di Asti), Walter D’angelo (Milano Nuoto) e Stefano Rossi, quest’ultimo ben più noto come ex pallanotista azzurro con 15 presenze in nazionale.

Molti gli eventi che fanno da contorno alla manifestazione che si prolunga per l’intero week end: prove di canoa, escursioni su gommone, esibizione di cani da salvataggio e di Slack-Line.  A corredo anche proposte non agonistiche: sabato ad Abbiategrasso alle 9:00 in piazza Marconi ritrovo Pedalata enogastronomica “Tra cascine e navigli”, alle 9:30 in piazza Castello raduno Fiat 500 storiche e sfilata per le vie della città. Durante la due giorni, dalle e 9 alle 19, mercatino enogastronomico in Piazza Castello ad Abbiategrasso.

Sino a mercoledì 10 settembre è anche visitabile la mostra fotografica “I Navigli visti dall’alto” a cura di Giampiero Livini

 

di Gianni Poli

 

Leggi anche:

La fabbrica dei disadattati
110, le vélo non deve morire
Quello della fucilata di Goodwood
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: