Napoli per stupire, oasi ciclistica.

Per il terzo anno consecutivo volontà pubbliche e private mettono in scena Napoli Bike Festival, dal 12 al 14 settembre nel parco urbano della Mostra d’Oltremare, con epicentro il Laghetto di Fasilides

L’imperativo, lodevole, è la scoperta del territorio e, ovviamente, la sua condivisione. In lentezza senza peraltro negarsi la possibilità di accelerare. In bici, ovviamente. Con questi presupposti, e molti altri ancora, va in scena la terza edizione del Napoli Bike Festival, che si terrà dal 12 al 14 settembre nel parco urbano della Mostra d’Oltremare. Oltre 60 gli ettari a disposizione, con epicentro il Laghetto di Fasilides.

Il festival è frutto di un connubio di volontà e praticità: lo muovono l’Associazione Napoli Pedala, lo patrocina il Comune di Napoli, lo coproduce la Mostra d’Oltremare. È uno degli appuntamenti del circuito VeloLove. Nel 2013 vi hanno aderito circa diecimila visitatori, convinti che l’educazione alla bicicletta sia una leva di civiltà, utile a una mobilità alternativa.

Il tema di questa edizione è Rotte Ciclabili. Nella tre giorni si susseguiranno eventi no stop: competizioni sportive (bike polo, urban challenge, gare riservate ai giovanissimi), bike tour dalla zona flegrea sino al Vesuvio, laboratori che insegnano la manutenzione della bicicletta, corsi di smontaggio bici, dimostrazioni di bike jump,  trail & pump track, la scienza e la bicicletta, dibattiti, concerti.

C’è poi un’area dedicata specificamente ai bambini con Storie a Due Ruote, laboratori di lettura per bambini, corsi per imparare ad andare in bici, il teatro a pedali, la ludoteca itinerante, la bicaccia (caccia al tesoro in bici).

La tre giorni si avvierà nel pomeriggio di venerdì 12 con una ciclo-passeggiata che muoverà da Piazza Bellini, pieno centro storico,  e si concluderà nei giardini della Mostra d’Oltremare. Qui inizierà lo spettacolo della fontana monumentale dell’Esedra, con splendidi giochi d’acqua e di luci. Seguirà un concerto ed un dj set.

Nel parco saranno presenti istallazioni artistiche e opere di land art frutto del concorso per Bicycle designers rivolto a giovani creativi. Ci sarà spazio anche per Comicon e una mostra dedicata a Bici&Fumetti installata nel Cubo D’Oro.

Tra gli ospiti non poteva mancare la bici senza raggi inventata del salernitano Gianluca Sad oltre a Stefano Cucca, meglio noto come Rumundu che proporrà il suo viaggio in bici intorno al mondo appena concluso. Partito dalla Sardegna, si è sciroppato, non senza rischi, 32mila chilometri attraverso oltre 20 paesi. Dell’evento sarà partecipe Juliana Bouring reduce dalla “TransAm Bike Race” coast to coast negli Stati Uniti senza sosta.

Il sabato sarà inaugurata l’area “Bici in Mostra” dove i migliori professionisti tra rivenditori e produttori offriranno test di bici a vario titolo: tradizionali, a pedalata assistita, tandem, monopattini, bici pieghevoli, cargo bike.

Il versante sociale vedrà una “pedalata della legalità“ che unirà Casal di Principe a Napoli per sostenere la speranza di cambiamento già espressa nell’ultima tornata amministrativa. I  writers inoltre lavoreranno per dare colore ad alcuni tratti della pista ciclabile cittadina.

Quanto alle numerose pedalate in programma, tutti gli itinerari si avvieranno dal villaggio alla Mostra d’Oltremare con biketour per tutte le difficoltà.

Leggi anche:

La lezione dal nuoto (altrui)
James non abdica, raddoppia
Mario Monti meccanico di Anquetil
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: