Il Naviglio più competitivo

Va in scena sabato 6 settembre, con molti eventi collaterali, la terza edizione della Gran Fondo di nuoto, sulla distanza classica (21 km), l’intermedia (14 km) e da quest’anno la … breve (solo 2750 metri)

Risale al 18 agosto 1895 l’edizione d’esordio, per celebrare la nascita della Rari Nantes Milano, la prima società dedicata per intero al nuoto nel capoluogo lombardo su espresso desiderio di Giuseppe Cantù. In pratica una costola della Canottieri Olona, già attiva sul territorio dal 1890. Quell’anno si tenne una gara internazionale di nuoto di resistenza su un bel tratto del Naviglio Grande, da Abbiategrasso a Milano, in favore di corrente, sulla distanza di circa 17 chilometri. La partenza fu fissata in località Castelletto di Abbiategrasso, l’arrivo in Milano, in Darsena.

La Fondazione per la Promozione dell’Abbiatense, d’intesa con Navigli Lombardi, tre anni fa ha riproposto l’antica manifestazione con un titolo ben evocativo: “C’era una volta… sul Naviglio” – sport e tradizione sull’acqua, cui hanno aderito di buon grado la Canottieri Olona, unitamente a Regione Lombardia, Provincia di Milano e i  Comuni di Milano, Abbiategrasso e Gaggiano che la patrocinano.

La distanza dell’attuale gara di gran fondo è fissata in 21 km, da Abbiategrasso a Milano, ma per dare opportunità ai meno resistenti è stata proposta, già nel 2012, una prova su distanza inferiore (la 14 km), con partenza da Gaggiano. Da ultimo, quest’anno, la novità di una terza gara – di … soli 2,75 chilometri – con partenza a Milano, dalla Canottieri Olona. Per le tre prove è previsto il medesimo arrivo, sempre in Darsena a Milano.

L’anno scorso si è affermato, nella 21 km, Marco Leoni che ha chiuso la prova in 2 ore 50’e 2 “. Leoni gareggia per il colori del Circolo Canottieri Napoli e nel 2013 si è reso interprete di una Tre giorni strepitosa: il 3 agosto ha vinto a Taormina il Trofeo Mayday Italia (2,5 km), il 4 agosto la XLIX Traversata dello Stretto (5,2 km) e infine, sempre a Villa San Giovanni, si è aggiudicato, il 5 agosto, il XVII Memorial Nino Sofi (5 km).

La riproposizione di questa competizione di fondo natatorio ha un contorno di eventi ludico-sportivi concentrati lungo il primo week end di settembre: due giornate di festa riservati a quanti vorranno fare una scampagnata lungo lo storico corso d’acqua che a partire dal 1300 ha segnato lo sviluppo, la cultura, l’economia e lo sport dell’intero comprensorio lombardo. Tra gli eventi collaterali segnaliamo prove di canoa, escursioni su gommone, esibizione di cani da salvataggio e di Slack-Line.

di Gianni Poli

 

Il programma

Sabato 6 settembre

  • Ore 10 – da piazza Castello (Abbiategrasso) partenza Canottaggio
  • Ore 14.30 – partenza Gran Fondo di nuoto Abbiategrasso-Milano (21 km)
  • Ore 15.30 – partenza da Gaggiano della14 km
  • Ore 16.30 – partenza dalla Canottieri Olona della2,75 km
  • Ore 17.30 – arrivo previsto in Darsena a Milano

Questi gli eventi collaterali:

A Castelletto di Abbiategrasso

  • Ore 15 – Prove di Shuttle Bike
  • Ore 16 – Dimostrazione Cani addestrati all’ubbidienza

A Vermezzo (di fronte al Ristorante Naviglio Grande)

  • Ore 15 – Esibizione di Slakeline

A Gaggiano (di fronte alla Casa Comunale)

  • Ore 15.30 – Prove di SUP

A Milano (zona arrivo)

  • Dalle ore 15 – esibizioni di Cani Bagnino, Slakeline ed esposizione di navimodellismo

Domenica 7 settembre

A Castelletto di Abbiategrasso

  • Ore 9.30 – Gara di Shuttle Bike
  • Ore 10 – Prove di Canoa e SUP, gratuite
  • Ore 15 – Prove di Canoa e SUP, gratuite oltre a esibizioni di Cani Bagnino
  • Ore 16 – Gara di Shuttle Bike ed esibizione di Slakeline
  • Ore 18 – Palo della Cuccagna

Gli altri eventi in mattinata:

Ad Abbiategrasso

  • Ore 9 in piazza Marconi ritrovo Pedalata enogastronomica “Tra cascine e navigli”
  • Ore 9.30 in piazza Castello raduno Fiat 500 storiche e sfilata per le vie della città.

Per l’intero week end 6-7 settembre

Dalle 9 alle 19 – Mercatino enogastronomico in Piazza Castello ad Abbiategrasso

Da lunedì 1° settembre a mercoledì 10 settembre

Mostra fotografica “I Navigli visti dall’alto” a cura di Giampiero Livini

Leggi anche:

In Versilia il rugby fa breccia a scuola
Moleskine Fourteen (part A)
Veneto sugli scudi nell’hockey inline
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: