La Svizzera esce bene dal Mondiale

L’eliminazione ad opera dell’Argentina non c’entra, ci riferiamo alle figurine “pro bono” che un editore elvetico ha commissionato a un gruppo di artisti invitandoli a raffigurare gli assi del calcio planetario

L’editore svizzero Tschutti Heftli si è prodotto in una nuova e intelligente sfida. Quest’anno ha rivolto a un gruppo di artisti e designer di chiara fama l’invito a disegnare, ciascuno con la propria sensibilità, il proprio talento, i 32 calciatori di maggior spicco del Mondiale in Brasile, facendone poi delle figurine molto ambite. Il risultato è stato eccellente, le figurine e l’album che ne sono sortiti è già un must nella sua versione cartacea, disponibile peraltro solo in Germania, Austria e Svizzera, dov’è distribuito. A noi solo molta invidia, perché dei ritratti così variegati e variopinti  possiamo usufruire solo in internet, senza poterle scambiare con alcuno. Il bello delle figurine ci è negato, non parlatene con i vostri figli, potrebbero salutarvi a stento.

L’iniziativa di Heftli – e questo è il suo maggior pregio – avvantaggia solo in parte chi l’ha promossa. Per ogni pacchetto di figurine 10 centesimi di euro vanno a favore di Terre des Hommes Svizzera, che quest’anno intende tutelare chi, in Brasile, subirà soltanto svantaggi dal Mondiale di calcio. Con il ricavato saranno infatti ingaggiati alcuni avvocati per tutelare i diritti di chi risiede nelle baraccopoli delle dodici città che ospitano le partite, spesso vittime di sgomberi illegali e violenti attacchi della polizia. Interi quartieri sono stati rasi al suolo per costruire i parcheggi nei pressi degli stadi. Anche il commercio per strada, una delle poche risorse di molti brasiliani, è stato negato per l’intero periodo del Mondiale, privando così di mezzi economici non pochi brasiliani indigenti.

Quanto alle iniziative di charity, in passato hanno aiutato il progetto Viva Aqua con oltre 15mila euro. Una cifra non inferiore è stimato questa’anno a favore di Terre des Hommes.

La sfida proposta dall’editore svizzero è alla quarta edizione: su altri temi è dal 2008 che Heftli si diverte a creare album speciali, miratissimi. Anche quest’anno gli artisti selezionati sono emersi da un comitato di esperti (tra loro anche un poeta). Il risultato, in termini di stili e di tendenze, è sotto gli occhi di tutti. Pregevole.

Gianni Poli 

Leggi anche:

1939 Bartali teme il complotto
In barba alle regole del Cio
Scatti di sport (d’autore) - Vito Liverani
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: