Ovale che scotta, è Super Bowl

Domani notte il mondo dello sport punta i riflettori sulla Grande Mela: a New York Denver e Seattle si contendono il Lombardi Trophy n. 48. È una sfida palpitante: l’attacco dei Broncos guidato da scienziato Manning contro il baluardo di Sherman, dei Seahawks

Finalmente ci siamo! Domenica notte al MetLife Stadium di New York andrà in scena il 48° Super Bowl: più di 110 milioni di spettatori negli Usa, con 180 paesi collegati in tv in tutto il mondo. A contendersi il Lombardi Trophy saranno i Denver Broncos e i Seattle Seahawks. La sfida che tutti volevano, il miglior attacco guidato dallo scienziato Peyton Manning e la miglior difesa guidata dall’eccentrico ma sempre decisivo Richard Sherman.

Così sino all’evento conclusivo

Denver ha avuto la vita facile sia con San Diego che con i New England Patriots di Tom Brady in una finale di Conference senza storia sin dal kick-off; Denver ha asfaltato le riserve dei Patriots con Manning difeso alla stragrande dalla sua offensive-line (0 Sack!) e quindi libero di innescare il suo attacco 5 stelle. Seattle ha battuto i New Orleans Saints con qualche patema di troppo nel finale e poi è riuscita, in rimonta, a battere l’acerrima nemica San Francisco con Sherman decisivo nell’ultima giocata che ha portato Seattle all’intercetto sull’asse Kaepernick-Crabtree.

Il Superbowl

In NBA si è soliti dire che quando il miglior attaccante affronta il miglior difensore, l’attaccante ha sempre la meglio ma qui siamo al SuperBowl e tutto può accadere; prima di tutto il meteo avrà la sua influenza, la temperatura sarà sotto lo zero con previsioni di pioggia/neve debole, tipiche condizioni meteo, quasi quotidiane, per Seattle. Però la forza della squadra sta anche nel suo 12° uomo, i tifosi. Seattle-New York distano in linea d’aria circa 4,590 Km, quindi difficilmente ritroveremo la bolgia della Cyberlink Arena.

DENVER – La pressione ce l’hanno sempre loro e il loro QB che mai come quest’anno in carriera ha lanciato così bene, la sua offensive-line è paragonabile alla Muraglia Cinese, nessuno riesce ad avvicinarsi e dare tempo a Manning è come scrivere una condanna a morte, inoltre non ha mai avuto così tanti ricevitori di talento; il TE Julius Thomas bersaglio preferito per prendere il down o il Touchdown, i WR Demaruys Thomas, Eric Decker e Wes Welker affidabili in qualunque situazione per costruire drive micidiali, infine l’esplosione del RB Knoshown Moreno in grado di trovare e passare ovunque!

Non vi basta? Ecco i numeri (TD in stagione) dell’attacco di Manning:

-     D.Thomas: 14

-     K.Moreno: 13

-     J.Thomas: 12

-     E.Decker: 11

-     W.Welker: 10

Nessuna squadra nella storia dell’NFL ha avuto più di 3 giocatori in doppia-cifra per TD realizzati.

SEATTLE – L’attacco è prevalentemente sulle spalle del RB Marshawn Lynch detto anche il carro armato, nessun RB in NFL riesce a correre più yards di lui dopo un placcaggio, stenderlo 1-Vs-1 è praticamente una missione impossibile, stando alle analisi di Sport Science l’infinita energia di Lynch deriva… dai dolci! Lynch mangia almeno 2 pacchetti di “Skittles” a partita che contribuiscono a tenerlo bello pimpante per tutti i drive. Ma oltre a Lynch c’é il QB sophomore Russell Wilson, braccio e gambe intelligenti per il #3 di coach Carroll che riesce sempre ad eseguire la giocata giusta al momento giusto, l’asse con Percy Harvin sarà una delle chiavi offensive.

Dietro tutto sarà nelle mani del duo Richard Sherman- Earl Thomas che dovranno fronteggiare il micidiale attacco di Manning, da capire su chi coach Carroll metterà in marcatura Sherman, CB che in 2 partite ha annullato Jimmy Graham e Mike Crabtree.

Chiavi del match

Le chiavi tecnico/tattiche saranno quelle delle difese: i Seahawks non sono i Patriots che hanno giocato con tutte le riserve in difesa e senza mai aggredire i Broncos, se la banda di Seattle riuscirà a mettere pressione alla tasca di Manning costringendolo a lanciare in pochi secondi allora la partita si farà molto interessante specie se Thomas e Sherman chiuderanno gli alfieri di Peyton (Decker e Julius Thomas). Se invece non ci riuscissero per Manning sarebbe come andare al parco giochi

Dall’altra parte se Denver riesce a chiudere tutti gli spiragli a Lynch, Wilson sarà costretto a lanciare e i suoi ricevitori, per quanto validi, non sono al livello di quelli avversari. C’è poi l’incognita di Wilson in scramble, Rivers non è mai usciti dalla tasca e Brady quando l’ha fatto si è preso un sack ma anche fatto un TD…incognita che coach Fox dovrà tenere d’occhio.

INFO

Il match verrà trasmesso in diretta su FOX Sports 2 HD (ore 20 il pre-partita) e su Italia 1, kick-off alle 0:30!

Durante l’intervallo si esibiranno Bruno Mars con i Red Hot Chili Peppers, per chi seguirà il match su FOX Sports 2 ci sarà anche l’occasione di guardare i famosi spot pubblicitari, dove 30” di spot costano circa 1,5 milioni di dollari!

di Francescomatteo Bertoli

Leggi anche:

1923 Il Giro è un marchio tutelato
Lo Stendardo agitato a fin di bene
Deborah salta fuori al momento giusto
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: