Storie di carta di calcio, via radio

Giovanni Scaramuzzino dopo aver scritto di ciclisti e di Giro d’Italia, stavolta si occupa di calciatori in un curioso romanzo che risente delle radiocronache. Una lettura intrigante, piena di sorprese

Già ci aveva convinto all’esordio narrativo, quando ha scritto, per Geo Edizioni, “Fino all’ultimo chilometro. Il Giro d’Italia da una motocicletta“, riservato al grande ciclismo che Giovanni Scaramuzzino frequenta nei suoi appuntamenti più prestigiosi. Ora si ripropone con un romanzo che, soltanto nel titolo chilometrico, evoca la Wertmuller. La seconda fatica, che fatica non è per chi lo ha scritto e per chi lo legge, si intitola ” Come quando ascoltiamo le partite alla radio. Storie di sport minuto per minuto“. Un romanzo che ha come protagonista il pallone e la fantasia con la quale Giovanni Scaramuzzino, da tempo nella squadra di “Tutto il calcio minuto per minuto” di Radio Rai – si sbizzarrisce spiazzando subito il lettore-ascoltatore. Già, perché il libro è un’opera radiofonico-cartacea in più atti con i protagonisti che vivono le loro vicende e nel contempo irrompono sulla scena incontrandosi, sovrapponendosi, interrompendosi, completandosi e realizzandosi compiutamente, come succede in una diretta radiofonica.

Gustose alcune figure che connotano il volume: c’è un segretario scolastico (a suo tempo ammiratore di un giovane Nevio Scala, allenatore in rampa di lancio) che, grazie a una sciarpa a lungo custodita in un cassetto, riscopre, rivive e rielabora ricordi. Sempre fra realtà e fantasia, anch’esse in perenne e animato conflitto.

C’è poi il rapporto controverso tra generazioni, tra un padre tifoso del Livorno e un figlio che spasima per il Bastìa. Ma quello che più prende, secondo noi, è la storia di Fabio, portiere di successo, che in una serata nebbiosa perde la strada di casa mentre guida il suo potente Suv. Avrebbe modo di ritrovarsi, in ogni senso, ma la cosa non gli riesce, in lui ha la meglio l’effimero del calcio che è molto di più di una lusinga.

Onore e merito a Scaramuzzino che ci costringe a riflettere su un mondo che è molto più apparenza che sostanza. Sperando che la sostanza sia di nuovo collocata al posto che merita. Il calcio ne ha bisogno.

 di Gianni Poli

——————–

“Come quando ascoltiamo le partite alla radio. Storie di sport minuto per minuto” di Giovanni Scaramuzzino, Edizioni SEI, Torino (pagine 210, euro 12). In Internet lo trovate scontato.

Leggi anche:

Davide Bargellini - Un concerto dal vivo, finalmente
La penultima fatica di Ivana
Quella voglia romana di Olimpiadi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: