L’agendina delle due ruote (2-3 giugno)

MONDIALE Motocross – Francia St Jean d’Angely 3 Giugno 2012

Velocità (poca)-fango (troppo)-Gloria (pochina)

Un famoso tatuaggio sulla schiena del super campione Cairoli recita così “velocità, fango e gloria”.

Nell’ultimo appuntamento extra europeo in Brasile solo il fango è stato assoluto dominatore della scena.

Le gare si sono svolte con la peggiore delle condizioni, la pista sembrava idonea più alla sopravvivenza che alla competizione e gli spettatori hanno assistito ad una (credo) delle più noiose corse degli ultimi anni.

Rapidamente si sono formati profondi canali nei quali le moto si infilavano inesorabilmente rendendo di fatto la pista mono traiettoria e,viste le basse velocità raggiunte di salti spettacolari nemmeno a parlarne.

In queste condizioni Cairoli esce dall’appuntamento brasiliano ancora in testa ma con distacchi molto più ridotti, visto che si è dovuto accontentare di due posizioni che normalmente non gli competono, ottavo e nono.

Desalle, Pourcel e Paulin lo inseguono staccati da poco più di venti punti dalla vetta e di pochissimi punti tra di loro, il campionato diventa così più combattuto.

In Mx2 doppietta di Searle che divora in un sol colpo oltre venti punti al primo in classifica, Herlings.

Appuntamento col mondiale, speriamo più asciutto, per domenica in terra di Francia a St. Jean d’Angely!

 

Questi gli orari per la gara di domenica in TV:

SPORTITALIA 2

Ore 13 GARA 1 MX1

Ore 16 GARA 2 MX1

 

Fango, fango ed ancora fango…piloti e moto nel dopo gara

 

MOTOGP Montmelò (Barcellona)  – Spagna 2 e 3 Giugno 2012

Primo dei tanti appuntamenti in terra di Spagna per il motomondiale, al Montmelò pista molto gradita alla maggior parte dei piloti , veloce e ampia.

Il team Ducati cercherà di confermare le ottime potenzialità sul bagnato dimostrate nella scorsa gara a Le Mans con il secondo posto di Rossi, anche con pista asciutta.

La squadra al completo, compreso il fido Burgess ai box, hanno sperimentato in queste due settimane al Mugello evoluzioni di ciclistica, di elettronica e di motore per recuperare il gap dai team Giapponesi.

Lorenzo e Pedrosa sentiranno sicuramente la pressione del Gran Premio di casa, ma dei due è sicuramente più delicata la posizione del pilota Honda, che fin’ora non ha né vinto né convinto.

Questa sua carenza di risultati in questa fase della stagione lo penalizzerà probabilmente sul mercato dei piloti, apertosi quest’anno molto in anticipo visto l’annuncio del prematuro ritiro dalle competizioni di Stoner.

Lo squadrone Honda avrà senza dubbio bisogno di una punta di diamante, una prima guida e pare che questo ruolo sia difficilmente affidabile a Pedrosa.

Altro pilota in crisi nera è Ben Spies, che quest’anno è letteralmente irriconoscibile, anche la Yamaha si starà domandando che scelte operare sul mercato dei piloti per il prossimo anno.

In cerca di riscossa dalla scorsa gara il duo Yamaha Dovizioso-Crutchlow, che la scorsa gara l’hanno finita entrambi, per aver osato troppo su asfalto bagnato, a gambe all’aria.

 

Per tifare e guardare la gara in TV:

Sabato 1 giugno

Italia 1
13.55 MotoGP qualifiche
15.10 Moto2 qualifiche

Domenica 2 giugno

Italia 1
11.00 Moto3 gara
12.15 Moto2 gara
13.55 MotoGP Gara

“Ringrazio” la Dorna per aver cancellato dalla rete ogni filmato dello scorso Gran Premio, ma segnalo un filmato “casereccio”, ma gustoso,  che ci consente comunque di rivedere Valentino nella scorsa gara lottare con Stoner come da tempo non vedevamo

 

 


Leggi anche:

Ciao Brendan, maledizione
Una staffetta curiosamente olimpica
Giovani sportivi, istruzioni per la crescita
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: