BRIDGE – Come uccidere un Grande Slam

In tutti i gialli c’è la vittima, in questo film che potremmo intitolare Il grande slam a fiori, l’assassino qui non è semplicemente sospettato, bensì reo confesso – sono io – mentre la signora dal viso orientale con due occhioni a mandorla di tutti i film di Hitchcock, sospettata ideale, nulla ha a che fare con il crimine.

Nel simultaneo di un recentissimo mercoledì sera, board 4, mi sono ritrovato a dichiarare, in Est, ritengo in maniera soddisfacente, un grande slam a il cui unico problema era, per me, la realizzazione. Un problemaccio,  visto che poi sono andato miseramente down.

Questa la mano, che posso tranquillamente proporvi come quiz a doppio morto., ha varie possibilità di sviluppo.

Dopo l’attacco di 8 di Sud vedo queste tre possibilità:


-        sperare nelle
3-3 quindi battere le atout, augurandomi di non trovarle 4-1,  o

           peggio, nel qual caso non ci sarebbe stato nulla da fare. Ma la possibilità della 3-3 

          a era del 35,53%  il ché mi lasciava una percentuale sfavorevole del 64,47% :     

          troppe perché l’operazione riuscisse, soprattutto in una simultaneo dove tutto è,  

         come qualcuno si ostina a dire, casuale.

 

-         Battere 2 colpi di atout e cercare, in una possibile 5-2 a , 30,52%, per tagliare il 2 di mano con la terza atout lasciata prudentemente al morto. Ma questa linea, da me scelta, sarebbe stata vincente alla sola condizione che chi aveva solo due carte di non  avesse avuto anche  il 10 che avrebbe procurato alla linea difensiva il surtaglio sul morto e un inevitabile down al mio grande slam. Come puntualmente avvenuto.

 

-         Infine una compressione / che sarebbe stata vincente al 14,79%, operante sia contro il mio fianco destro che contro quello sinistro, battendo quattro atout, poi A-R e infine le due carte alte di .

 

Per un totale di 8 prese che mi avrebbe visto in questa situazione finale: battendo

l’ultima atout di mano, il 5, per lo scarto del 7 del morto la compressione avrebbe inesorabilmente colpito Nord chi custodiva la bicolore /. Q

Questo schema finale.

Infatti, seguendo questa linea di gioco, se uno dei due difensori, nel nostro caso Nord, fosse stato in possesso, nel finale a 4 carte, del J quarto e della Q avrebbe dovuto miseramente arrendersi. 

Ma vediamo bene le percentuali. Una 5-2 a è pari al 30.52% , mentre la 4-2 a è pari al 48,46% . Se moltiplichiamo le due percentuali e dividiamo il risultato per 10 siamo al 14,79%. Semplice no? Questo calcolo, ovviamente, non è farina del mio sacco, perché il mio sacco, non avendo visto la linea da seguire, è rimasto solo pieno di crusca modello down. Sigh…

Leggi anche:

In bici, in anticipo sul ritardo
Sport e nativi americani: un problema mai risolto
Scuola di Mtb, garantisce Gimondi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: