Giacomelli l’intempestivo

L’arbitro di Atalanta-Udinese l’ha fatta strana negando il rigore con Di Natale già sul dischetto, ma anche Antonio Conte si è distinto nell’arrampicata sugli specchi dopo il gol “regalato” alla Juventus

Caro direttore,

l’avresti mai detto? Sei partite sei vittorie, diciassette gol fatti, uno solo subito. Un gioco moderno, scoppiettante, imprevedibile e, cosa che non guasta, divertente. La Juventus? Il Milan? L’Inter? O forse il Barcellona, il Bayern, il Chelsea, il Real Madrid? Macchè, è la Roma, sì, la Roma, quella Roma che ha venduto il suo miglior cannoniere (Osvaldo) il miglior giovane (Lamela), il difensore più forte (Marquinos) e ha preso un allenatore sconosciuto ai più, tale Garcia che tutti credevano fosse spagnolo e invece è francese.

È la notizia più sconvolgente e bella del campionato. Mai prima di quest’anno la Roma era partita così bene e c’è da augurarsi che duri, perché il calcio ha bisogno di aria nuova, dopo che negli ultimi anni si è respirata sempre la stessa, con il predominio dell’Inter prima e della Juventus dopo.

A proposito della Juventus, lo so che molti dei lettori di SportivamenteMag la prenderanno male, ma l’impressione è che siamo alle solite. In sei partite ha già rubato, scusa, metto le virgolette, ha già “rubato” almeno quattro, cinque punti. Col Chievo, quando la partita era sull’1-1, ha subito un gol regolarissimo e l’arbitro l’ha annullato inventandosi un fuorigioco che non c’era. Col Torino, sullo 0-0, il fuorigioco c’era, ma era di Tevez e questo l’arbitro non l’ha visto permettendo a Pogba di segnare un gol irregolare.

E allora, ti chiedo, come si fa a contrastare una squadra alla quale danno gol fasulli e annullano quelli buoni altrui? Antonio “Pauraaa” Conte dice che sono cose che capitano e aggiunge che se è vero, bontà sua, che il gol della Juventus era in fuorigioco è altrettanto vero che un giocatore del Torino andava espulso per aver dato un calcione a Tevez. Una bella arrampicata sugli specchi, non c’è che dire, come se espulsione e gol fasullo fossero la stessa cosa. Non è così e allora aspettiamo a vedere che cosa dirà “Pauraaa” Conte quando la Juventus subirà un vero torto, se mai ne subirà uno.

Certo che gli arbitri a volte sono davvero strani. E i guardalinee ancora di più. Guardate che cosa è successo a Bergamo. L’Atalanta sta vincendo 1 a 0, l’Udinese attacca e ottiene un calcio di rigore a favore. L’arbitro fischia, Di Natale mette il pallone sul dischetto, si prepara alla rincorsa, quando il guardalinee si sveglia di soprassalto e richiama l’attenzione dell’arbitro. “Guarda che c’era un fuorigioco” gli dice. “Ah sì?”. “Sì”. “Allora niente rigore?”. “Niente rigore”.

L’arbitro si rivolge a Di Natale e gli dice che ha scherzato, via il pallone dal dischetto, e fallo contro l’Udinese.

Chiudo con una domanda? Se l’arbitro, tale Giacomelli, avesse fatto questo scherzetto cinese a uno come Balotelli o Ibrahimovic o Totti che cosa sarebbe mai successo?

Leggi anche:

Gemelle con 5 anni di differenza
Bridge per chi ne sa
In una sola parola – CommentateVoi
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: