Bridge – Rissa a Macao

Curiosando in biblioteca ho trovato un reperto storico: una mano, giocata in una sala giochi a Macao, in partita libera, a tariffe allucinanti degne solo di una sala di Casinò.

Sud raggiunse il contrato di 6 che sono abbastanza facili da chiamare, ma che poi bisogna essere molto pratici per poterli realizzare.

Sud gioca il piccolo slam a e riceve, da Ovest,  l’attacco di K con queste carte in linea.

Lo slam sembra destinato a essere realizzato basandosi su un probabilità a favore del giocante del 75%: un impasse su due significa che si perde una sola volta sulle quattro figure possibili: i due K non nella stessa mano: quello di a sinistra e quello di a destra.

E ora la domanda è: quale linea di gioco deve scegliere il dichiarante? Fate una breve analisi della vostra linea di gioco: pensate ai due impasse ai K minori? Ci sono soluzioni alternative?

Passiamo ora alla cronaca: il giocante in Sud giocò la chance sicuramente favorevole, quella al 100%, evitando accuratamente i due impasse al K e al K.

Infatti Sud prese l’attacco di mano con l’A e giocò 8 tagliato al morto, seguito poi  dalla Q che Est, dopo aver esitato un po’ troppo, seguì con il 7.

Sud intuì che quella esitazione era un colpo basso, perché se Est avesse avuto il K non avrebbe certo avuto motivo alcuno di esitare.

Tenete presente che in queste partite libere, ormai un ricordo dei tempi passati perché oggi il bridge lo si gioca solo in competizione, succedevano scene da far impallidire il Far West.

Quindi Sud tirò l’A e catturò il K secco in Ovest. Ma, prima di proseguire, eccovi la mano completa.

Ricapitolando. Siamo alla presa di mano dell’A di mano. Ora supponiamo che il K non cada. Il dichiarante può eliminare con due tagli al morto le e con un taglio di una in mano anche questo secondo colore, dopo aver scartato il 2 sull’A del morto.

Ora a Sud non resta che giocare il 3di mano e mettere in presa il K.

Se questa carta chiave è a sinistra, al dichiarante resta ancora la chance dell’impasse a ma se è a destra, dopo l’eliminazione delle e delle Est è senza speranza costretto a rigiocare o in taglio e scarto o in uno dei due colori maggiori, consentendo agevolmente a Sud di realizzare, avendo sfruttato il massimo delle probabilità a suo favore, il suo slam a .

Nel nostro caso essendo caduto il K, Sud si tirò le sue atout vincenti e l’A prima di consegnare, pensava il giocante, l’ultima presa. Ma anche il K cadde secco e Sud mise in fila tredici prese. A questo punto le accuse del presunto pollo Ovest che accusò i tre compari al tavolo di barare.

Ma, narrano le cronache fantascientifiche, il Giudice di Macao, ottimo bridgista, esaminò la mano e mandò tutti assolti perché Sud non solo non aveva utilizzato informazioni illecite, ma aveva giocato il massimo delle possibilità di riuscita che, con il K in Est, avrebbero raggiunto il 100% delle chance di vittoria.

Una condanna a morte dei due K secchi, sembra leggenda, ma di fatto questa mano che la fantasia di un grande del bridge francese degli anni ‘50, Josè le Dentu, descrisse con piacevole stile, altro non era che una mano giocata nel torneo a “mani preparate” disputato a Londra al Selfridge Club, nel 1957.

E per Le Dentu il passo dalla realtà alla fantasia fu davvero breve. Ma non tenne conto di aver scritto un bel giallo a Macao, ma che  tecnicamente la sua esposizione celava una grave inesattezza. Non è affatto vero che la linea di gioco esposta è quella corretta perché con la 3-0 divisione dei resti di atout in Est questi ha K 10 7 di .

E Sud è andato down in una mano imperdibile, avendo giocato Q  dal morto invece del più sicuro 2. E’ vero che una probabilità del 22% per la 3-0 non è poi tale da far venire i brividi, ma certamente da non  ignorare. Infatti se la 3-0 in atout è a sinistra è ininfluente la carta giocata dal morto, ma se è a destra il gioco della Q condanna lo slam. E in fondo tirare l’A per giocare poi piccola verso il morto non è poi così difficile da vedere. Con buona pace anche del Giudice di Macao.

Leggi anche:

Artisti, non solo olimpionici
Scatti di sport (d’autore) – Improvvisa, la tragedia
Mister Hyde e… mister Hyde
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: