Una corsa incessante contro il cancro

Diecimila donne domenica 19 saranno al via di Avon Running per la prevenzione del tumore al seno e per la validazione del progetto HIFU, vale a dire le tecniche alternative all’intervento chirurgico elaborate dalla Fondazione Istituto Europeo di Oncologia

Sport e scienza, in termini di prevenzione e terapia, procedono in sintoia e comunione d’intenti. In particolare in campo oncologico dove i progressi – li certifica il professor Umberto Veronesi – sono stati imponenti pur senza aver trovato ancora soluzioni definitive. Il cancro non è stato ancora sconfitto ma si riesce a contrastarne l’insorgenza e soprattutto ad arginarne gli effetti negativi, con prognosi sempre meno infauste.

Anche quest’anno Fieo – la Fondazione Istituto Europeo di Oncologia - beneficerà della generosità delle diecimila donne che domenica 19 maggio correranno Avon Running Milano con il presupposto di affermare il loro stile di vita – correre fa bene, l’attività fisica graduale è un farmaco senza controindicazioni – ma soprattutto per portare avanti una battaglia di civiltà che mira al benessre di tutte le donne del mondo.

In questi mesi l’attenzione della Fondazione è rivolta alla sperimentazione di una nuova metodica – non chirurgica – per il trattamento del tumore al seno, sposata da Avon Running con il pieno sostegno al progetto denominato HIFU (High Intensity Focused Ultrasound). Si tratta di un protocollo sperimentale a base di onde sonore prive di radiazioni ionizzanti in grado di distruggere per shock termico il tessuto tumorale.

Va poi chiarito che quest’anno Avon Running, la Corsa delle Donne in programma a Milano per la sedicesima volta consecutiva, si sviluppa nell’arco dell’intero week end, con un grande villaggio che sosterà a partire dal sabato mattina e sino alla conclusione delle due prove. Come ogni anno, infatti, Avon Running prevede una 10 km agonistica e una 5 km non agonistica, riservata alle donne di ogni età e capacità).

Per consentire il massimo livello informativo l’Avon Village in piazza del Cannone, alle spalle del Castello Sforzesco, sabato dalle 10 alle 18 e domenica dalle 8 sino alla conclusione dell’evento, vedrà attivo un gazebo della Fondazione per ogni chiarimento sul progetto HIFU e le attività e i progetti di ricerca dell’Istituto Europeo di Oncologia.

In particolare gli addetti di Fieo parleranno agli interessati di CHECK UP, il programma di prevenzione e diagnosi oncologico/cardiovascolare e del progetto COSMOS, vale a dire gli studi sul legame tra fumo e tumori polmonari in corso dal 2000. CHECK UP attua strategie selettive di prevenzione, impostando programmi di controllo oncologici “su misura”, personalizzabili per età, sesso e storia personale e familiare. COSMOS, invece, attraverso un campione di fumatori ed ex fumatori, dimostra come la Tomografia Computerizzata, metodologia diagnostica a basso dosaggio di radiazioni (TC), sia efficace nella valutazione della maggiore parte dei tumori polmonari in stadio curabile.

Per tutte le info www.ieo.it e www.avonrunning.it

Leggi anche:

Juve-Inter, poco più di 50 anni fa
Mitri, fatidico il 12 luglio
Napoli per stupire, oasi ciclistica.
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: