Il teatro rilegge Marco Pantani

Dal 3 all’8 maggio all’Elfo di Milano il bel lavoro di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari, tra i fondatori del Teatro delle Albe

Dei tre spettacoli del Teatro delle Albe, creato da Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Luigi Dadina e Marcella Nonni, che andranno in scena in rapida successione a L’Elfo di Milano entro metà maggio, ci preme il primo, Pantani, in cartellone dal 3 all’8 maggio. Un lavoro scritto da Martinelli e dalla Montanari, ispirato alla figura di uno degli eroi più tragici del nostro tempo.

Marco Pantani l’idolo, il pirata dei record imbattibili in salita, Pantani il dopato, il mostro distrutto e infangato dalla stampa. Un dramma personale e familiare, una vicenda torbida risolta con facili lapidazioni da bar.

Quella di Pantani non è solo una vicenda sportiva, ma un’autentica “passione” moderna. Marco Martinelli mette in scena in Pantani una veglia funebre e onirica affollata di personaggi che come un rito antico ripercorre le imprese luminose dell’eroe.

I genitori del campione, figure archetipe di una Romagna anarchica e carnale, sono sospese come l’Antigone di Sofocle davanti al cadavere insepolto dell’amato: cercano verità e non avranno pace sinché non l’avranno ottenuta.

Teatro Elfo Puccini, Corso Buenos Aires 33, Milano. Tel. 02 00660606

www.elfo.org

biglietteria@elfo.org

Leggi anche:

I sei colori dello sport
Chi è sporco e chi no (nessuno)
Monta californiana, un amore senza fine
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: