L’hockey premia l’Altopiano cimbrico

Lo scudetto va ad Asiago ma i piemontesi del Valpellice si sono dimostrati avversari di rango rivoluzionando l’assetto del campionato

Il campionato di serie A di hockey su ghiaccio si è chiuso con la vittoria di Asiago al termine di gara 5. Nel PalaCottaMorandini 2500 spettatori hanno assistito ad una partita molte emozionante conclusa ai tempi regolamentari sul 5-5.

Il risultato la dice lunga sul grande equilibrio dell’incontro, contraddistinto dalla grande prova dei due portieri Plante (Asiago) e Parise (Valpellice) che nell’ultima frazione di gioco sono stati veri protagonisti sul ghiaccio .

Il Valpellice ha sperato fino all’ultimo di giocare gara 6 ma la rete di Ulmer ha chiuso l’incontro e la stagione della serie A. Grande entusiasmo per i Leoni di Asiago che si aggiudicano il quarto scudetto della loro storia portando sull’altopiano cimbrico ben tre tricolori negli ultimi 5 anni.

Un doveroso riconoscimento va anche ai piemontesi che hanno spostato verso ovest l’asse di interesse del ghiaccio italiano, posizionandosi secondi in campionato e vincendo la Coppa Italia, creando i presupposti per un futuro carico di successi.

In attesa di conoscere la squadra (fra Vipiteno e Appiano) che approderà in serie A, ultimo verdetto a conclusione della stagione dell’hockey nazionale, le due formazioni che si sono contese lo scudetto si riproporranno in settembre per la SuperCoppa Italiana. Le sfide non finiscono mai .

Leggi anche:

Il Barcellona in gol contro il fumo
Donne come uomini, chissà perché
Psicopedagogia e sport s’incontrano
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: