Mete a profusione per l’Union Versilia

L’operazione proselitismo nelle scuole del territorio sta dando ottimi frutti: ben 40 ragazzini hanno deciso di frequentare gli allenamenti, di farsi rugbisti. E la società rilancia ancora, sempre nelle scuole

foto: Facebook Rugby Union Versilia

Il primo ciclo di propaganda nelle scuole proposto dalla Union Versilia Rugby sta dando frutti insperati: alla neonata società pietrasantina si sono iscritti più di quaranta soggetti, tra bambini, ragazzi e ragazze. E già si parla di “atleti”, visto che frequentano, con solerzia e dedizione, gli allenamenti.

Un risultato che ha indotto la società bianco-arancio a rilanciare, proprio sul fronte che sta dando risultati inattesi, prendendo accordi con altre tre scuole: il liceo ‘Galileo Chini’ di Lido di Camaiore , le scuole medie ‘Guidi’ di Forte dei Marmi e il liceo scientifico ‘Barsanti e Matteucci’ di Viareggio.

La meta principale degli allenatori durante le ore scolastiche dedicate sarà l’aspetto educativo e formativo del rugby, spesso frainteso per via dei suoi contatti un po’ rudi, ma quella è storia che riguarda gli adulti, non certo i ragazzini che giocano “al tocco”.

Dal punto di vista tecnico, il copione sarà il medesimo delle iniziative d’esordio: alcuni esercizi di riscaldamento e di confidenza con il pallone per poi giocare una partitella di rugby adatto all’età, solo per accendere un po’ di sano agonismo.

In base agli accordi l’attività coinvolgerà nove classi tra prima e seconda media alla Guidi, mentre allo scientifico e al linguistico verrà coinvolto l’intero biennio.

Il traguardo ottimale della società versiliese è formare due proprie squadre, in maglia bianco-arancio, nelle categorie under 12 e under 14, con cui partecipare ai concentramenti della prossima stagione sportiva.

L’altro obiettivo, certo non marginale, è indurre al rugby giovani di entrambi i sessi. Anche le ragazze, al momento pochine in Versilia ma nulla vieta di sperare di poter prima o poi partecipare al circuito femminile della “Coppa Italia Seven” (il campionato di rugby a 7).

L’attività agonistica della Union Versilia vede la partecipazione a quanti più concentramenti (i mini-tornei per le categorie under 12 anni di età) d’intesa con altre squadre a ranghi numericamente incompleti. Il regolamento FIR consente in questi concentramenti l’unione di elementi tesserati per squadre diverse, anche in assenza di accordi preliminari. Con una sola regola tassativa: tutti gli atleti presenti al campo devono giocare.

Leggi anche:

Lo sport, di fatto assente compare in “Tutti a scuola”
Fausto Coppi, 70 anni fa
Il calcio in bianco&nero
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: