Inevitabile l’harlem shake

Degna conclusione in libertà del Trofeo Città di Milano di nuoto nella sua giornata conclusiva, riservata alle categorie Ragazzi e Juniore

Il Trofeo di nuoto Città di Milano 2013, che ha riservato ai giovani delle categorie Ragazzi e Junior la sua terza e conclusiva giornata, ha visto un grande successo di partecipazione, vuoi di atleti vuoi di pubblico. Un buon numero di società hanno risposto all’appello della Nuotatori Milanesi conferendo alla domenica che suggellava la manifestazione la stessa dignità dei due giorni precedenti in cui ha gareggiato il gotha del nuoto italiano unitamente ai selezionati esponenti di quello internazionale convenuti a Milano su sollecitazione di Roberto Del Bianco, gran patron della manifestazione.

La domenica si è nuotato in vasca da 25 metri e non sono mancati importanti risultati cronometrici, a partire dal primato regionale di Eleonora Clerici, della Nuotatori Milanesi, nei 50 rana, che ha fermato i cronometri sul tempo 32:68, foriero di grandi miglioramenti visto che siamo appena a inizio stagione.

Nel pomeriggio non sono mancati, aldilà degli aspetti agonistici sempre importanti, momenti ludici con il coinvolgimento di pubblico ed atleti. Ci hanno pensato quelli dell’ animazione – i New Crazy Life e i Mix  Style Crew – che alla ripresa delle gare dopo la pausa pranzo hanno guidato gli atleti all’esecuzione di un harlem shake. Una vera impresa tenere immobili i ragazzi, poi scatenati al via per partecipare alla danza senza regole.

Visto che si adoperano con particolare applicazione, soprattutto visto il momento che segna partnership sempre più risicate, in segno di incoraggiamento segnaliamo che il Trofeo Città di Milano è andato in scena grazie al decisivo contributo di BT Italia, MV Agusta, Vitali, AeffeM in qualità di sponsor. Un bravo anche a Comune di Milano, Provincia di Milano, Regione Lombardia e Federazione Italiana Nuoto nel ruolo di partner, attenti e accudenti.

Leggi anche:

Dr Iron Fist, ultimo match?
Doping, che altro dopo le corna di cervo?
Maratoneti e staffettisti solidali
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: