Benessere in più al parco? Una risposta dal badminton

A proposito degli sport di cui usufruire a prezzi convenienti, la segnalazione viene da Pietro Carlomagno, che ne sa

foto regex.info/blog

La segnalazione riguarda il badminton, in altri tempi denominato volano. Il gioco con racchette e piumino, come lo si chiamava in Italia nei primi anni del Novecento (allora impazzava tra le fanciulle “di buona famiglia”), il gioco che non ha bisogno di molti ammennicoli: basta avere un paio di scarpe da tennis e una tuta. La racchetta si può persino affittare.

Pietro Carlomagno, che ne sa, ci ricorda che il badminton è una disciplina tra le meno aristocratiche (oggi) addirittura tra le più praticate a scuola (in Francia) perché costa poco e difficilmente provoca dei traumi. Ed è un gioco che diverte da subito. Attenzione, anche alcune scuole italiane hanno scoperto il badminton e alcuni “maestri” hanno lasciato un lavoro sicuro per trasformarsi in docenti della disciplina sportiva. Sono richiesti in non pochi istituti milanesi e lombardi.

Il colpo del ko lo tiene per ultimo, quando Carlomagno si lancia in questa affermazione: “Tutti possono praticare il badminton con pochi euro, giocando al parco. È un modo per conoscere altre persone stando nel verde, all’aria aperta, i campi li tracciamo in pochi minuti e al parco Sempione, a Milano, arriviamo ad avere anche sei campi per volta”.

Si può giocare come il tennis, in singolare o in doppio o in doppio misto, a livello ricreativo oppure agonistico. La forza non è mai determinante ed è quasi impossibile farsi male. Unico nemico il vento, che quando soffia di fatto impedisce il gioco all’aperto.

Per i milanesi, davvero fortunati, c’è il Palabadminton in via Cimabue 24. È l’unica struttura in Italia dedicata esclusivamente a questa attività sportiva. Avviare al badminton i più piccoli costa pochi spiccioli. Per gli adulti è un’alternativa, molto meno onerosa, alla classica palestra.

Per tutti basta consultare palestre e strutture nel sito della FIBa, la federazione di competenza.

Quando il vento non tormenta il gioco, per praticare il badminton basta un piccolo rettangolo verde. Non tutti diventeranno bravi come Greco e la Allegrini, gli attuali campioni d’Italia nel singolo (maschile e femminile), la gran parte trascorrerà qualche ora piacevole giocando e conoscendo persone nuove.

Gruppi di badminton se ne formano un po’ in tutta Italia.

A Pietro, dopo la consolidata e positiva esperienza a Milano, piacerebbe vedere il Park_BADMINTON idea sorgere con successo in altre città d’Italia …

Per saperne di più mi ha mandato il seguente testo:

Ti piace the Park_BADMINTON idea?

Sì? Allora ce lo puoi dire dando il tuo “Like” alla pagina; questo ti permetterà di ricevere i feed comprendenti le segnalazioni dei nuovi appuntamenti Public nelle varie città d’italia. In più poi non sei spesso collegato a Facebook richiedi di ricevere gli inviti Ad Personam, per gli eventi su Milano e hinterland, iscrivendoti al gruppo della zona in cui vivi:

ParkBADMINTON Milan events con il tasto “Join Group”

Ci vediamo al parco.

Leggi anche:

I Wafer pronti alla querela
Il rugby che verrà (nel 2022)
Un Ambrogino, anzi due, fanno discutere
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   
Commenta: